Cappuccetto rosso

Cappuccetto rosso

Ci sono tutti, non manca proprio nessuno: la bambina vestita di rosso, il lupo nero, la mamma, la nonna malata e persino il cacciatore. Impossibile non riconoscere in essi gli ingredienti di una delle fiabe più celebri, letta, raccontata, rivista e rielaborata in moltissime versioni; dunque la storia è nota a tutti, anche ai lettori più piccoli, finale incluso. Eppure l’autore è riuscito a creare una nuova versione, (quasi) senza parole, particolarmente originale affidando l’intera narrazione ai pittogrammi, disegni e segni grafici che rappresentano oggetti e persone senza fare ricorso al linguaggio scritto. Il libro ha un formato quadrato piccolo, fondi bianchi, segni grafici in nero e rosso (guarda caso) che raccontano la storia formando un leporello che si apre a fisarmonica e si allunga per oltre due metri; ogni pagina è numerata, dalla numero uno con la richiesta della madre di portare il cesto alla nonna malata, fino alla numero dodici col famoso “E vissero felici e contenti”…

I simboli utilizzati sono essenziali ed espressivi, a tratti ironici, e si rifanno alla grafica della segnaletica stradale, susseguendosi lungo tutta la struttura narrativa. Sul retro del leporello compare il titolo scritto con un carattere di grandi dimensioni e con i due protagonisti principali che fanno capolino tra le lettere. La fiaba diventa in questo modo accessibile ad un pubblico trasversale di lettori, perché riesce a coinvolgere e catturare i bambini che ancora non sanno leggere e nello stesso tempo anche i lettori con difficoltà di lettura o che non hanno padronanza della lingua italiana. Una storia che si può anche “solo” guardare ma che sarà bellissimo raccontare mimando il percorso compiuto dalla bambina con l’aiuto delle onomatopee e seguendo col ditino la lunga strada nera che attraversa tutti i pannelli. Cappuccetto Rosso ha vinto il Premio Andersen come Miglior Libro Fatto ad Arte. Sandro Natalini ha pubblicato come autore ed illustratore molti titoli per bambini sia in Italia sia all’estero ed ha ottenuto riconoscimenti in ambito nazionale ed internazionale.



0

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER