Come far felice un ippopotamo!

Come far felice un ippopotamo!
Se vuoi farti amico un ippopotamo, ci sono delle dritte assolutamente da sapere per rendere la sua permanenza a casa tua piacevole. È fondamentale non avere paura delle sue enormi dimensioni, prepararti a giochi d’acqua non proprio tranquilli e deliziarlo con abbondanti merende vegetariane. Insomma, dai passatempi al bagnetto nulla è lasciato al caso. Se seguirai questi suggerimenti l’ippopotamo sarà contento, e forse tornerà a trovarti…

Come far felice un ippopotamo! è uno di quei libri da leggere a voce alta ai bambini in età prescolare ed è fatto per divertirsi (e ridere allegramente) insieme. L’autore, Sean Taylor - che vive tra il Regno Unito e il Brasile - è approdato alla letteratura per l’infanzia dopo aver esordito con la poesia; ha esperienza come insegnante e si dedica anche alla scrittura creativa. L’illustratore, Laurent Cardon, ha lavorato nel campo dei film d’animazione prima di dedicarsi agli albi per l’infanzia. Francese, vive anche lui in Brasile da parecchi anni. La scelta dell’ippopotamo come soggetto della storia non è casuale e porta l’eco dell’infanzia dell’autore: Taylor si è lasciato ispirare da una canzoncina dedicata a questo mammifero che gli aveva insegnato il suo maestro di scuola elementare. Scelta azzeccata: l’ippopotamo è ingombrante, ciccione, sdentato e un po’ pasticcione, un perfetto compagno immaginario per bambini nell’età in cui realtà e fantasia ancora coesistono nella mente senza azzuffarsi. E qualsiasi adulto che vorrà leggere questa storia dovrà, allo stesso modo, mettere tra parentesi le proprie conoscenze razionali e ricordarsi di quando sognava un animale vero o immaginario tutto per sé, a cui “fare il solletico sulla schiena”. Albo adatto a bambini ancora bambini, e a grandi non ancora del tutto cresciuti.

 

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER