Eccoti qua!

Eccoti qua!
Con un'espressione sorpresa e meravigliata, dopo un atterraggio perfettamente riuscito, un neonato dal viso tondo come il sole e le guance rosse si ritrova a far parte della vita. Dopo essersi stirato e aver indossato un pigiama a righe, soddisfatto si acciambella nella sua morbida culla e succhiando il ciuccio si addormenta, stanco dal lungo viaggio. Dal bordo della culla, spunta una piccola figura con una tuta azzurra e un cappello a punta che tiene in mano una bacchetta magica: se io fossi una fata china sulla tua culla, avrei dei poteri magici.. . E cosa regalare ad un bimbo appena nato? L'energia per sfrecciare nella vita come un piccolo razzo, l'equilibrio per imparare a camminare e per restare con i piedi per terra, le parole per fabbricare domande canzoni ribellioni storie frasi d'amore. Undici bellissimi regali che la piccola fata (la mamma? La sorella? La zia? L'amica?) vorrebbe fare al piccolo, ma ahimé... nessuno ha i poteri magici. O forse sì? Perché è proprio il bambino stesso ad avere il potere di far avverare tutto ciò. Di diventare, nel corso della sua crescita, un bambino curioso di scoperte e di sapere, un buongustaio, di amare la musica e di trovare suoni amici in ogni luogo. Di essere una persona equilibrata e amante del disegno (col disegno non ci si annoia mai), di saper giocare con ogni cosa e di avere tanta immaginazione.
La nascita di un bambino è già di per sé una cosa magica, allora perché non dovrebbe esserlo anche il bambino stesso? Mirjana Farkas, poliedrica illustratrice svizzera, presenta un bambino magico, quasi un supereroe che sfreccia nel cielo, sta in equilibrio su una corda tesa tra due pianeti, suona la batteria e legge con gli  occhialini. Ma questo bambino non ha nulla in più di tutti gli altri; gusti, suoni, caratteri, scoperte, parole ed emozioni sono tutte cose che (si spera) fanno e faranno già parte della vita del bambino. Augurargliele non è altro che fargli il regalo più bello che ci sia. L'albo si presenta in un grande formato, che forse non lo rende particolarmente sfogliabile per un bimbo di tre anni, ma le stesse immagini non avrebbero avuto la stessa forza con un libro di dimensioni ridotte. Mirjana Farkas utilizza solo i tre colori primari per dare vita ad un'esplosione di forme, di cose e di parole. Un libro da regalare (e personalizzare, visto che c'è la possibilità di mettere il nome del nascituro) non solo a un nuovo nato, ma anche a un nuovo genitore, perchè per crescere bene non bisogna essere soli...

 

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER