Hunger Games

Hunger Games
America, futuro prossimo. Una serie di eventi catastrofici ha spazzato via gli Stati Uniti e dalle ceneri di una terra devastata dagli incendi, dagli uragani e dalla sanguinose guerre per le poche risorse rimaste è la nata la nazione di Panem, il cui fulcro è la ricca città di Capital City. Il resto della nazione è oppresso dalla fame e diviso in 12 distretti costretti a contendersi fino alla morte una qualsiasi preda nel bosco. L'evento mediatico dell'anno a Panem sono gli Hunger Games: un gioco sanguinoso che vede l’estrazione a sorte di 24 adolescenti (2 per distretto), i quali vengono rinchiusi in una vasta zona detta "arena" e costretti a combattere in diretta tv nazionale fino alla morte, che risparmierà soltanto il concorrente vincitore. Dopo la sfortunata estrazione della piccola Prim del Distretto 12, la sorella adolescente Katniss si offrirà di prendere il suo posto e, sotto i riflettori delle numerose telecamere presenti dell'arena, sarà costretta a difendere la sua vita contro i nemici e le numerose insidie degli Hunger Games. Per lei un unico sostegno: l'amore del pubblico a casa e l'appoggio del compagno di Distretto Peeta, con la consapevolezza però che solo uno dei due potrà sopravvivere...
E' un romanzo sorprendente quello della scrittrice statunitense Suzanne Collins, già autrice di diversi libri Fantasy e di programmi televisivi per ragazzi, e per ragioni che non sono affatto scontate. I lettori appassionati di fantascienza potranno infatti obiettare che la trama di Hunger Games sia in realtà un po' un deja-vu: il fanatismo mediatico è lo stesso di 1984, e il gioco mortale è molto simile a quello de L'uomo in fuga di Richard Bachman (alias Stephen King), trasposto sul grande schermo dal nerboruto Arnold Schwarzenegger con l’impresentabile titolo italiano "L'implacabile". Ma allora cos'ha di sorprendente Hunger Games? La risposta sta nel giusto mix. Nella sua ricetta che mescola ad arte fantascienza classica e letteratura postmoderna, cyberpunk e fantasy, horror e romanzo per ragazzi, il tutto contornato dal rosa shocking di una storia d'amore vissuta da due adolescenti alle prese con una guerra assurda. La prosa semplice e ben strutturata rende il romanzo piacevole e molto appassionante - e le abilità belliche della giovane eroina Katniss sembrano già un potenziale tema di dibattito che coinvolgerà i muretti di molte scuole medie italiane. Hunger Games è il primo romanzo di una trilogia e, al momento, par difficile pensare che da questo libro non possa nascere in futuro un cult cinematografico per teenager, sulla scia di "Twilight" & co.

 

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER