Il bosco dei sogni

Il bosco dei sogni
Nel fondo di una caverna di granito c'è una gigantesca biblioteca dove sono conservati tutti i sogni delle persone, quelli delle notti passate e quelli che ancora devono scendere dietro alle vostre palpebre. Questo luogo si chiama il bosco dei sogni. Pochi ne conoscono l'esatta ubicazione e, tra questi, quasi nessuno una volta entrato saprebbe trovare quel che cerca o capire il significato di un sogno perché i bibliotecari ciechi spostano continuamente i volumi e cambiano ogni giorno il sistema di catalogazione. Nessuno deve aver memoria di questi libri. Le pagine sono fatte con ali di farfalla e metalli preziosi, l'inchiostro è mistura di sangue di drago e sperma di unicorno e la rilegatura è creata con una speciale membrana di rettile preistorico volante: così questi tomi, tutt'altro che sottili, tra le mani non hanno alcun peso. In questo luogo segreto è custodito anche il Libro di tutte le meraviglie, e soltanto Ga, il giovane anziano, ha il permesso di consultarlo. Potrebbe persino portarlo fuori, in caso di necessità, perché Ga non è un vecchio come tutti gli altri, l'agilità dei suoi movimenti e la potenza della sua voce somigliano a quelle di un ragazzo ed il suo sguardo è talmente intenso che è difficile da sostenere. Ga, nelle cui iridi brucia un fuoco magnetico, aiuterà Juan Desiderato a sfuggire da Belzebù, Juan il Mercante a conquistare una noce d'oro, Juan Zacarías ad entrare nella città aurea e Juan Innamorato a trovare la Bellezza del mondo. Ma se qualcuno osasse superare la Soglia Incerta, che accadrebbe?...
Ne Il bosco dei sogni Antonio R. Almodóvar, scrittore e studioso del folklore e della trasmissione orale della cultura, unisce in cinque sogni-racconti, profondamente intrecciati tra loro, la tradizione delle fiabe e della mitologia greca ad elementi del mondo contemporaneo, come l'informatica e la psichiatria. Per rendere odierno il mito e al contempo farlo risplendere della sua luce più antica. Ecco allora che Medea parla in prima persona citando le Metamorfosi di Ovidio e la tragedia omonima di Seneca, ma la sua vicenda prende una piega completamente differente da quella tramandata dalla letteratura classica; Ga aiuta un giovane principe pazzo d'amore consultando un computer e, in un mondo che sembra medievale, Juan Zacarías va a fare shopping  in una sorta di centro commerciale. Sebbene la padronanza del mondo delle fiabe e degli dei sia indubbia in  Almodóvar, forse l'operazione non è del tutto riuscita poiché risultano più convincenti le parti tradizionali rispetto a quelle sperimentali. La vegetazione de Il bosco dei sogni  resta comunque lussureggiante: ci sono più piante preziose che meritano di esser raccolte e custodite che rami secchi da potare. 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER