Il ladro del tempo

Il ladro del tempo
La dodicenne Kate e suo padre, Mr Dyer, sono riusciti a riattivare la loro macchina anti-gravità e a far ritorno nella Londra del XXI secolo. Non tutto però è andato liscio: al posto di Peter, rimasto nel 1763, hanno portato con loro il famigerato criminale Uomo Pece, che si adatterà presto alla nuova epoca seminando il caos. Kate è decisa a viaggiare ancora nel tempo per andare a riprendersi il suo amico e - di nascosto dalla famiglia e dalla NASA che vorrebbe distruggere la macchina - riesce nel suo intento. Ad accompagnarla questa volta sarà il padre di Peter, tormentato dalle ultime parole del figlio e deciso a riportarlo a casa. Purtroppo per un caso sfortunato i due finiscono nel 1792 invece che nel 1763 e rompono la macchina. E adesso? Li aiuterà un Peter ormai adulto che decide di nascondersi dietro il nome di Joshua Seymour. Padre e figlio instaureranno una solida relazione e impareranno molto uno dell’altro, ma la vera identità del giovane non resterà segreta a lungo...
Dopo Gideon il Tagliaborse prosegue in grande stile la serie dei viaggi nel tempo di Linda Buckley-Archer. Questo secondo romanzo però lascia spazio ad atmosfere più dense e riflessive. Un indubbio merito dell’autrice è quello di aver saputo rendere l’ambientazione storica molto interessante: il tuffo nella Rivoluzione francese, le intuizioni scientifiche dell’epoca, i viaggi e il modo di esprimersi e comportarsi in società. Tanti e tali particolari invitano il giovane lettore a uno studio della storia diverso, più affascinante di quello canonico. Molto ben delineato poi il rapporto che si instaura tra Peter adulto e suo padre. Le riflessioni del giovane che finalmente ha l’opportunità di osservare il padre e la loro relazione da un’angolazione diversa si trasformano in un nuovo tipo di romanzo di formazione. In più il libro scorre velocemente, e il ritmo incalzante e la narrazione sincopata - c'è una continua alternanza tra le avventure nel 1792 e quelle dell’Uomo pece nel XXI secolo - trascinano il lettore fino all’ultimo capitolo. Prologo perfetto per il prossimo capitolo della saga, che lascia prevedere guai e disavventure per Kate e Peter... e per la Storia.

 

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER