Il più grande calciatore di tutti i tempi

Il più grande calciatore di tutti i tempi
Crescere non è mai facile. Il ragazzo da bambino non solo sognava ma era indiscutibilmente convinto che sarebbe diventato il più forte calciatore di tutti i tempi. Già, proprio come Pelè o Maradona. Adesso è nell'Under 17 ma da un pezzo ha abbandonato quei sogni di gloria. Oltretutto dal Saint-Rovère è arrivato un nuovo portiere a sostituire Pascal. Uno con una faccia con la quale non si potrà mai andare d'accordo. Pascal invece sì che era uno bravo, sia come amico che come atleta. Uno già pronto a fare il salto in prima squadra. Ma aveva avuto il torto di non volersi mai fare la doccia in gruppo a fine gara, così una volta è stato preso di peso e denudato, mostrando a tutti le sue infantili vergogne. Da quel giorno ha abbandonato il calcio per sempre. Peccato. Ma non è solo il calcio a deludere ultimamente. A casa del ragazzo da quando non c'è più sua madre l'aria s'è fatta fredda e rarefatta. Con lei si incontrano una volta al mese in un ristorante. Ma la mamma da quando non si parla più col padre non è più la stessa. Lei s'è rifatta una vita e ora sta con uno più interessante, colto, ambizioso e persino più bello dell'ex marito. Peccato che con lui è diventata fredda e ripetitiva. Almeno durante quegli inutili e interminabili pranzi. Meno male che ultimamente a casa loro c'è un ospite, un tale Wamai. Wamai ha raccontato una storia incredibile. È un rifugiato politico scappato dal suo paese dopo aver visto torturare e trucidare prima la moglie poi i figli piccoli. Lui è scappato solo grazie all'aiuto di una suora. Quella sera cenano tutti e tre insieme, poi i due uomini vanno in salotto a chiacchierare. E il padre davanti ad una grappa comincia a tessere le lodi sia calcistiche che scolastiche del figlio ma non sa che il ragazzo oltre a non volerne più sapere di lottare per giocare a certi livelli, comincia ad accumulare anche insufficienze gravi a scuola...
Lo svizzero Germano Zullo, quarantenne autore di numerosi libri per bambini pubblicati con successo e seguito in tutta Europa, affronta anche qui le tematiche adolescenziali con il solito stile lieve, poetico e coinvolgente. Il protagonista di questa storia dopo aver cullato infantili sogni di gloria, si trova ora, a cavallo tra la fanciullezza e l'età adulta, a dover fare i conti con la nuova mutata realtà. La separazione dei suoi genitori, - con il padre incapace di accorgersi che il campioncino sia calcistico che scolastico sta lasciando il posto ad un uomo con nuove incertezze e ansie, e la madre oramai fotocopia sbiadita di quello che era sempre stata, la prima terrificante cotta amorosa, la perdita del posto da titolare in squadra con conseguente crollo di fiducia nei propri mezzi e il trambusto dei clamorosi cambiamenti che porta con sé l'adolescenza, rischiano di farlo naufragare per sempre. L'incontro casuale con Wamai, rifugiato politico ospite a casa loro, gli consentirà però di riscoprire per tempo sia la bellezza della vita che la potenza della volontà nei propri mezzi. 

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER