Il ragazzo invisibile

In un buio sotterraneo Il Disegnatore è costretto a sfruttare il suo talento per gli scopi della Divisione. Disegna una città che non ha mai conosciuto, un faro, una grande chiesa, un lungomare. Un edificio squadrato in cima a una scalinata: la scuola di Michele Silenzi. Nel frattempo Michi corre in classe, nonostante la bici è sempre in ritardo ma oggi ha un compito in più: comprare il costume di Spider Man per la festa di carnevale a casa di Stella. La campanella incombe, nasconde i 50€ nella scarpa ed entra in aula. Durante la ricreazione Brando Volpi e Ivan Casadio, i due bulli della classe, lo picchiano e gli rubano i soldi. Il costume è perduto, dovrà ripiegare su un improbabile supereroe cinese da sette euro. Che sia proprio quello stupido costume a renderlo invisibile? La città è in allarme, tre studenti delle medie sono spariti nel nulla. Anche la sua amata Stella è fra gli scomparsi. Rapiti.“Sei il Ragazzo Invisibile! Adesso devi aiutare la gente in pericolo!”, gli dice radiosa la piccola Candela...

Il romanzo è la trasposizione letteraria dell'omonimo film diretto da Gabriele Salvatores (infatti è scritto dai suoi sceneggiatori). Qui c'è la prima piccola delusione: in un'intervista al Lucca Comics & Games 2014 il regista rivelava alla platea la volontà di realizzare un prodotto crossmediale, in cui fumetto, cinema e letteratura avrebbero portato avanti trame differenti e spin-off sul Ragazzo Invisibile. La narrazione parte dalla difficoltà di un ragazzo timido e senza particolari talenti nel trovare il suo posto nel mondo, passando per bullismo, il primo amore, la delusione di essere considerato “invisibile” dai coetanei. Dal romanzo di formazione si sviluppano le vicende fantastiche: “Voglio diventare invisibile!” ed ecco che accade davvero, che il timido Michi diventi un supereroe e cominci a vivere un'incredibile avventura in cui si troverà a scontrarsi con Artiglio, il segugio della Divisione da tempo sulle tracce del figlio speciale di Andrej e Yelena. Un mix fra gli X-Men e Heroes, non originale ma sicuramente adatto ai giovanissimi.



0
 

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER