Il venditore di felicità

Il venditore di felicità

Quando arriva il signor Piccione sono tutti eccitati, perché ciò che offre è una cosa preziosa, a volte rara, che nessun’altro propone. Il signor Piccione infatti non vende pentole o scope ma felicità in barattoli, grandi, medi o piccoli a discrezione della disponibilità dei clienti. Arriva anticipato dalla campana con il suo furgoncino pieno di barattoli e dopo aver parcheggiato si reca subito da loro. La signora Quaglia ne compra un barattolo grande da dividere con gli amici quando vengono a cena; la signora Scricciolo invece ne compra uno piccolo perché non può permettersi altro; la signora Upupa ne compra una dozzina di quelli mignon da regalare a Natale e l’anziana signora Pettirosso ne prende due per i nipoti. La felicità non si sconta, il signor Liù ci prova ma il signor Piccione è irremovibile. La felicità fa gola a tutti, anche al signor Fagiano che fa finta di non essere interessato ma poi, in segreto, ne acquista due barattoli su internet. L’unico che sembra resistere alla tentazione è il signor Storno che, essendo un artista, deve soffrire per non guastare le sue aspirazioni. La ricca e fruttuosa giornata del signor Piccione arriva alla fine e quando si appresta a ripartire non si accorge che un barattolo cade dal furgoncino e viene raccolto dal signor Topo che fa così una grande scoperta…

C’è scritto anche sulla quarta di copertina: ormai si vende qualsiasi cosa e siamo convinti che davvero tutto si possa comprare, non solo le cose materiali ma anche quelle impalpabili e che tutto sia indispensabile per poter essere felici e tranquilli. Davide Calì ci insegna (o ribadisce), attraverso una storia semplice che davvero la felicità è nelle piccole cose ed è già dentro di noi, basta saperla usare nel modo giusto. Basta un barattolo più o meno grande per far nascere il sorriso, ma dentro cosa ci sarà? Se lo domandano davvero gli acquirenti e in che modo verrà usato il barattolo? Forse nessuno dei personaggi se lo chiederà, perché ciò che ambivano lo hanno già, portato direttamente a casa senza fatica, comodo e soprattutto tangibile, reale, da tenere in mano. Marco Somà esprime con l’illustrazione ciò che Davide Calì trasmette con la scrittura; con piccoli tratti e colori delinea quelle piccole cose preziose e quasi invisibili che contribuiscono a rendere preziose le sue illustrazioni: le foglie degli alberi, le decorazioni delle case che ricordano lo stile liberty, i particolari dei vestiti. Autore e illustratore hanno già collaborato insieme e questo ultimo albo dimostra ancora una volta la loro intesa e la capacità di interpretarsi e completarsi a vicenda, attraverso la parola e l’illustrazione. Un regalo felice non solo per bambini ma anche per adulti.



0
 

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER