L’inaugurazione del Poseidon

L’inaugurazione del Poseidon

300 metri di lunghezza, 60 di altezza e 40 di larghezza; una capienza di 2400 persone (tra prima, seconda e terza classe) e 600 animali. Il Poseidon è un autentico gioiello di tecnica, tecnologia e raffinatezza. In questa enorme nave Anastasio Patakis, il proprietario, ha riposto enormi speranze, non ha badato spese dotandola di ogni confort possibile e immaginabile: 2 cinema, 32 ristoranti, 6 piscine, addirittura 3 campi da calcio per citare solo alcuni svaghi presenti. Per la sua inaugurazione sono stati invitati i personaggi più illustri e famosi del momento: come Raimondo Ragù, il cuoco scorbutico, Alan Tormento il cantante in voga e il grande calciatore brasiliano Bernardo. Un tavolo lungo 36 metri sorregge 600 chili di stuzzichini per il grande buffet di accoglienza. Nonostante l’abbondanza però tutti gli invitati si buttano sul serpente di tavoli come se non vedessero cibo da settimane. Alberto Melis, giornalista di 32 anni, si trova sul Poseidon come invitato speciale e anche lui, come tutti, vorrebbe approfittare di tutte queste prelibatezze ma l’unica cosa che riesce a fare è bere qualche bicchiere di spumante. E un bicchiere, poi un altro e un altro ancora … ad un certo punto l’impellente bisogno di fare pipì prende il sopravvento sul povero giornalista. Scatta la ricerca del bagno, ma tra tutti quei cartelli e frecce Alberto Melis non ci capisce molto (colpa, forse, anche del vino). Per fortuna un’elegante signorina vestita di azzurro arriva in suo aiuto. Il bagno? Certamente, basta andare di là…. O forse di lì?

La collana Minizoom edita da Biancoenero è dedicata ai bambini che hanno da poco iniziato a leggere; racconti divertenti, freschi, fulminanti (come li definisce la stessa casa editrice) e di facile interpretazione. Il testo, come tutte le uscite di Biancoenero, utilizza la font di alta leggibilità disegnata da Riccardo Lorusso ed è rivolta principalmente ai bambini con problemi di dislessia, anche se una lettura facilitata è ben apprezzata da tutti, soprattutto dai bambini che non hanno ancora una particolare dimestichezza con le parole. Oltre al marchio di Alta leggibilità, sulla copertina appare anche quello Approvato dalla redazione ragazzi: la casa editrice, infatti, testa i propri libri con un gruppo di giovani lettori che hanno la facoltà di segnalare tutto ciò che dal loro punto di vista non funziona nella storia, fornendo suggerimenti per migliorarla. Il testo di Davide Calì è intervallato dalle illustrazioni di Noemi Vola che descrivono in modo piacevole e vivace le vicissitudini del povero Alberto Melis, costretto a muoversi in uno spazio fatto di troppo sfarzo, di tante parole ma poca sostanza. Una bella e divertente lettura che l’adulto può fare anche a voce alta.



Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER