La scienza intorno a te

La scienza intorno a te
Tutti sanno che le ruote funzionano meglio su una strada piatta. Ma sapevi che si può far rotolare una ruota quadrata su una strada rotonda? Fai la prova!... Magia elettrostatica: sai deviare un flusso d’acqua con la sola forza di un pettine per capelli?... Vuoi essere sicuro di stupire i tuoi amici: dì loro che sei capace di contare tutti i fili d’erba di un prato. Si può fare: accucciati e mettiti a lavoro!... Scova qualche vecchio disco in vinile dei tuoi genitori e fallo suonare… anche senza giradischi!... Le uova sono piene di risorse. Fanno nascere i pulcini, sono buone da mangiare e sono perfette per fare sorprendenti esperimenti di chimica in cucina… Hai sempre pensato che le crepe sui marciapiedi si formano in modo del tutto casuale? Beh, in realtà si sgretolano seguendo regole piuttosto precise…

Direttamente da Exploratorium, il grande museo Museo di Scienza, Arte e Percezione di San Francisco, dedicato a spiegare in modo coinvolgente e interattivo come funziona il nostro mondo, un libro che interpreta perfettamente lo spirito divulgativo e innovativo dell’istituzione da cui proviene. La scienza intorno a te non ha una struttura particolarmente originale (di fatto si tratta di una raccolta di esperimenti semplici e divertenti che permettono ai bambini/ragazzini di verificare autonomamente le leggi scientifiche che “intessono” la realtà), ma si distingue da altre pubblicazioni simili (molte delle quali pubblicate in Italia proprio da Editoriale Scienza) per qualità, quantità e varietà della proposte. L’idea di fondo è che per essere scienziati in erba bisogna guardare il mondo con occhi scientifici, anche durante la vita quotidiana. Per sviluppare questo sesto senso, il libro incoraggia a realizzare ben 150 esperimenti che richiedono quasi sempre materiali presenti a casa oppure rintracciabili in natura (erba, legnetti, fiori, …) e, soprattutto, non prevedono doti costruttive soprannaturali. Se le foto a corredo sono una spanna sopra la media dei concorrenti, la grafica mantiene quell’aria chiassosa e un po’ casuale che però piace tanto ai bambini (verificato personalmente). Per il destinatario giusto è IL regalo di Natale.

 

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER