Lara e il diario nascosto

Lara e il diario nascosto

Come tutte le estati, Lara si trova a Villa Fiordaliso, la casa dei nonni, immersa nella campagna basso piemontese. Sono gli ultimi giorni d’estate e un violento temporale si abbatte sulla zona. Un fiume di fango fa franare un angolo del muretto a secco. Nell’aiutare “nonno baffo” a ripulire la breccia dalle pietre pericolanti, scopre una cassetta metallica con simboli che le sembrano appartenere ai tedeschi della seconda guerra mondiale. Dentro trova un vecchio pugnale arrugginito e un diario consumato dal tempo. Rientrata a casa, Lara chatta con i suoi amici di sempre, Andrea, Serena e Fabio, raccontando loro l’accaduto. Andrea ha l’idea di far tradurre il diario a sua cugina Irene, che frequenta il liceo linguistico di Alessandria. Nel frattempo a Villa Fiordaliso cominciano i lavori di ripristino. Un operaio, scavando con la pala, trova nel terreno uno scheletro umano e la casa dei nonni diventa meta di troupe televisive e parte l’indagine delle forze dell’ordine. I ragazzi a questo punto si interrogano se portare il diario ai carabinieri, ma la mappa contenuta tra le pagine li trattiene dal farlo: e se quella mappa portasse ad un tesoro nascosto? Arrivano le prime traduzioni da parte di Irene e Lara si interroga sui fatti accaduti nel periodo a cui, secondo gli esperti, risale la morte dello scheletro misterioso. Di quel periodo i nonni non le hanno mai raccontato nulla...

Terzo titolo de “I Frillini”, collana di mistery e noir rivolta dalla Fratelli Frilli Editori ai ragazzi dai 9 ai 13 anni, Lara e il diario nascosto è il primo giallo per ragazzi di Daniele Cambiaso e Rino Casazza. I due scrittori liguri hanno già pubblicando insieme tre romanzi gialli per adulti e ora esplorano la scrittura noir per ragazzi: ritrovano il loro ritmo incalzante che, attraverso l’utilizzo di colpi di scena, tiene avvinto l’interesse del lettore, ma lo arricchiscono con le battute e i messaggi su whatsapp che i ragazzi si scambiano tra loro, dimostrando di conoscere non solo il periodo storico a cui fa riferimento il mistero del libro – ovvero quello della Seconda Guerra Mondiale – ma anche quello contemporaneo in cui vivono i ragazzi protagonisti - e i giovani lettori del libro. L’intenzione dell’editore e del curatore della collana, Rocco Ballacchino, è quello di rivolgersi “ai ragazzi della scuola secondaria cercando di coinvolgerli in storie semplici ma dal buon ritmo narrativo che abbiano per protagonisti i loro coetanei”, come spiega lo stesso curatore in un’intervista al Quotidiano Piemontese. E la storia di Lara e dei suoi inseparabili amici dà concretezza a questo proposito.



0
 

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER