Le 39 chiavi - Il codice dell’imperatore

Le 39 chiavi - Il codice dell’imperatore
Di tutti i possibili rami della grande famiglia Cahill, Amy e Dan – quattordici anni lei e undici lui - hanno scoperto di appartenere al peggiore, i Madrigal, crudeli assassini con una spiccata propensione al complotto. Ma a volte c’è di peggio che essere un Madrigal. Ad esempio perdersi nel bel mezzo di Pechino, senza un soldo in tasca e senza sapere una parola di cinese, com’è successo a Dan. La caccia alle trentanove chiavi in cui sono impegnate le varie propaggini dei Cahill per conquistare un potere inimmaginabile ha portato i due fratelli nell’ex Celeste Impero. Nell’affollatissima capitale pensano bene di litigare e Dan scappa via urlando uno di quei “ti odio” che poi ti bruciano dentro per un pezzo. Quando decide di ritornare sui suoi passi è troppo tardi: gli imprevisti lo travolgono e la sua strada si separa sempre di più da quella di Amy. Mentre la sorella e Nellie, la ragazza alla pari che li accompagna, si scervellano per ritrovarlo, Dan incontra un altro dei suoi rivali nella ricerca del tesoro nascosto: è suo cugino Jonah Wizard, guru dell’hip-hop e star di svariati reality show, capace di radunare in qualsiasi angolo della terra folle di fan in delirio, in particolare ragazzine scalmanate. Aggregarsi a lui gi riserva una sorpresa dopo l’altra. Come entrare nel Tempio di Shaolin e ricevere una lezione di arti marziali da uno dei più grandi maestri di wushu, o intrufolarsi nel mausoleo dove è custodito l’esercito di terracotta e mandare sei preziosi guerrieri in frantumi. Intanto è in vista un nuovo indizio, ma non sarà facile raggiungerlo perché si trova sulla montagna più alta del mondo...
Non ai talentuosi e spietati Lucian, non ai geniali Janus o agli atletici Tomas, né agli Ekaterina, stirpe di grandi inventori. No, nelle vene di Amy e Dan scorre il sangue dei Madrigal, i Cahill ferocemente impegnati ad impedire al resto della famiglia di impadronirsi delle trentanove chiavi. Certo che l’apparenza inganna. E l’enigma si infittisce perché ormai è chiaro che Nellie non è la baby sitter che dice di essere. Sa pilotare aerei, ha salvato più di una volta la vita ai due ragazzini meglio di uno 007 e ora le basta una telefonata a un misterioso capo per farsi mettere a disposizione l’Ecureuil-AStar 350, l’unico elicottero ultraleggero in grado di atterrare sulla cima dell’Everest, che poi è la destinazione finale di questa tappa della storia. Passata in mano a Gordon Korman, che pubblica romanzi da quando aveva quattordici anni, la saga procede a ritmo scoppiettante come popcorn. A renderla più godibile c’è l’umorismo naturale di Dan, che questa volta domina la scena. Attenzione alle parole cerchiate disseminate lungo le pagine: sono un messaggio che contiene una rivelazione sconcertante. La soluzione del segreto a cui porterà questa folle impresa è ancora lontana, ma una cosa è sicura: la prossima puntata seguirà le tracce della famosa piratessa settecentesca Anne Bonny. Ovviamente, anche lei una Cahill.

 

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER