Le mie più belle ninne nanne del repertorio classico

Le mie più belle ninne nanne del repertorio classico
Claire de lune di Debussy richiama una sfera d’argento che veglia sul sonno di tre bambini appollaiati su un albero, circondati dal verde e dal silenzio della notte. Schubert rivive tra le pareti di una cameretta, nell’abbraccio di una mamma circondata da cubi, giocattoli e morbidi peluche. Anche i freddi mari del nord sembrano placarsi al passare di un bimbo addormentato, in viaggio sulle ali dei suoi sogni sulle rotte del sud o del nord, incontro a pinguini o a morbide spiagge. La Petite berceuse di Schumman racconta dell’arrivo dell’autunno, delle foglie che cadono volteggiando mentre la natura si prepara al riposo, e gli animali si stringono in un abbraccio, protetti dal calore della terra....
Queste sono alcune delle atmosfere suggerite in Le mie più belle ninne nanne del repertorio classico, un libro che unisce a diciassette bellissime ninne nanne d’autore (un cd per un’ora di musica) altrettante illustrazioni accompagnate da una breve didascalia introduttiva, sta poi ai genitori trasformare queste suggestioni in un momento di ascolto e immaginazione con il proprio bimbo: semplicemente cullandolo, inventando storie o giochi che lo accompagnino al sonno. Le illustrazioni sono incantevoli e ogni pagina racchiude in sé una fiaba che aspetta di essere scoperta in una lettura-ascolto condivisa. Sia ben chiaro infatti che questo non è, in senso stretto, un libro per bambini; né tantomeno un libro per bambini da educare alla musica classica. È piuttosto un libro per genitori che sanno cogliere le tante possibili storie dietro le musiche e condividerle con i più piccoli, in un momento di coccole per due.

 

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER