Le scarpe della volpe

Le scarpe della volpe

C’era una volta un bosco pieno di animali alquanto dispettosi; e c’era una volta anche una scarpa… o due scarpe? Sì, c’erano due scarpe perdute nel bosco e un riccio, un coniglio, una volpe, due cinghiali, due orsi, un tasso, tantissimi scoiattoli; e poi dodici topolini, un serpente e le due scarpe sempre a spasso per il bosco, sugli alberi, lungo il fiume e sotto terra tra i cunicoli. Il bosco diventa un grande palcoscenico in cui si susseguono diversi personaggi, intenti a contendersi un paio di scarpe rubate, probabilmente, a due ignari escursionisti mentre sono intenti a fare il bagno nel fiume. Le calzature si dividono, finendo una da una parte e una dall’altra, poi si ritrovano e vengono contese da tutti gli animali del bosco che ne fanno gli usi più disparati. L’estate passa, lascia il posto all’autunno che colora i larici di giallo e spoglia gli alberi ma le scarpe destano ancora curiosità e attenzione; i due escursionisti sono di nuovo nella baita vicino al fiume, con sciarpa e berretto e gli scarponi ai piedi. Ma ecco che il coniglio viene attratto da un calzino bianco e rosso appeso ad asciugare… un calzino o due calzini? E le scarpe rosse che fine hanno fatto?

Quello di Cristiana Valentini e María Moya è un bosco in movimento, ricco di particolari, dove l’occhio del lettore non riesce a stare fermo, gioca e rincorre gli animali che si contendono le scarpe rosse, torna indietro con le pagine perché forse qualcosa gli è sfuggito. Nelle illustrazioni minuziose di María Moya, già presente nel catalogo di ZOOlibri con L’omino del blu e Il domatore di foglie, non c’è un vero e proprio protagonista; tutti hanno un ruolo e una piccola storia da raccontare, il punto di vista non si sofferma solamente sulle scarpe o su un particolare ma è rappresentato da uno spazio ampio che trasforma il lettore in un osservatore silenzioso di un bosco in fermento. Il testo di Cristiana Valentini sembra una lunga filastrocca che parte lentamente, si anima pian piano e si arricchisce sfogliando le pagine. Un albo divertente e coinvolgente, adatto per una lettura ad alta voce.



0
 

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER