Lisa Monnalisa

Leonardo ha la barba lunga e bianca, il cappello calato sul capo e con sé le ali che ha progettato, perché il suo sogno è da sempre fare in modo che l’uomo riesca a compiere quell’impresa che sembra essergli preclusa dalla natura, ossia il volo. È sotto casa di Monna Lisa, che sta affacciata alla finestra e lo guarda enigmaticamente e dolcemente sorridente come sempre, e le chiede di scendere, di venire a giocare con lui, che è un uomo curioso e che ama divertirsi con innocenza, perché le ali sono per lei, perché così possa raggiungere le stelle del firmamento. Lisa ammette che Leonardo ha un sacco di fantasia, e che la sua invenzione è certamente bella e affascinante, ma non si fida, e quindi per questa volta declina l’invito a volare con lui, perché immagina una caduta rovinosa. Ma Leonardo non demorde, e allora dice a Monna Lisa che ha costruito per lei un grosso carro armato. Sarà il suo scudiero più fidato, e difenderà tutti i suoi castelli…

Nel 2019 si sono festeggiati in lungo e in largo e nei modi più disparati i cinquecento anni dalla morte di quello che con ogni probabilità è uno dei più grandi geni (se non in assoluto il massimo) della storia dell’umanità, ovverosia Leonardo da Vinci, capace di inventare e preconizzare nel Rinascimento – epoca di scoperta e riscoperta dei classici e di progresso tecnico, artistico e scientifico – molte fra le principali innovazioni della storia dell’uomo: la sua opera pittorica più celebre, custodita al Louvre, il museo per antonomasia a Parigi, è senza dubbio la cosiddetta Gioconda, ossia un ritratto di donna su tavole di cipresso eseguito a olio intorno al 1503 che immortala sullo sfondo di un bellissimo paesaggio Monna Lisa. Divenuta icona pop, la Gioconda è stata riprodotta praticamente dappertutto: Janna Carioli si ispira a questa figura e dà alle stampe una filastrocca divertente, simpatica, piacevole, ironica, brillante e briosa, messa in musica da Lorenzo Tozzi, che, con il corredo delle illustrazioni, semplici e immediate, fruibili per tutti, stimola la fantasia e la curiosità, che del resto è stato certamente il motore dell’attività di Leonardo, uomo di multiforme ingegno e profondamente calato nel suo tempo, dunque attualissimo.

 


 

0

Pubblicità

 

Pubblicità

 

PUBBLICITÀ

 

PUBBLICITÀ

 

PUBBLICITÀ

 

PUBBLICITÀ

 

PUBBLICITÀ

 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER