Monsieur Lavoisier e il segreto della trasformazione

Monsieur Lavoisier e il segreto della trasformazione

Akim è un bambino molto curioso che spesso si chiede il perché delle cose. Forse è proprio per questo che riceve una visita alquanto bizzarra. Succede un pomeriggio mentre, dopo essersi “tuffato sulla bottiglia di aranciata con le dita salate di noccioline”, vede la mamma appoggiata alla finestra, lo sguardo smarrito perso verso il mare e un velo di incredibile tristezza sul viso. Akim non l’ha mai vista così e dopo averla chiamata più volte, senza ottenere risposta, la mente confusa del bambino si riempie di domande. È a quel punto che avviene la strana visita e Akim si rende subito conto che quel buffo personaggio lo può vedere solo lui. Porta degli abiti molto strani, e i capelli bianchi sono acconciati in stravaganti boccoli. “Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma” è ciò che dice Monsieur Lavoisier ad Akim, che in quella frase sente già il sapore della curiosità. E non deve attendere a lungo per sapere che in natura niente viene sprecato, tutto cambia continuamente, come un’infinita danza di vita. Così l’acqua evapora dai mari e condensandosi nelle nubi forma la pioggia, la sabbia diventa, portata ad altissime temperature, una trasparente bottiglia di vetro. Monsieur Lavoisier apre porte magiche al piccolo Akim che, come una spugna, assorbe tutte le informazioni. Matita e diamante sono fatti della stessa materia, ma il tempo e la natura li plasmano in modo diverso. Tutto è di passaggio, tutto in trasformazione, forse anche la tristezza della mamma…

Esistono vari modi di raccontare e spiegare la scienza, il più comune è attraverso la lettura e l’utilizzo di manuali e libri tecnici. I più coraggiosi e fantasiosi invece lo fanno attraverso un racconto, utilizzando parole e immagini che stuzzicano la curiosità del bambino e lo portano a pensare in modo semplice e per gradi. Cristina Nenna dà voce al grande uomo di scienza Antoine-Laurent Lavoisier, che visse nella seconda metà del 1700 ed è considerato il primo vero chimico della storia, colui che scoprì l’esistenza dell’ossigeno e idrogeno gas fondamentali per la vita e si rese conto che combinati insieme diventavano acqua. L’osservazione è fondamentale per capire la vita e che tutto ciò che ci circonda è in continua trasformazione, anche le emozioni. L’autrice, mescolando in modo originale e con intelligenza scienza e sentimenti, riesce a trasmettere ai bambini quel tipo di curiosità che li porterà a scoprire le cose attraverso l’osservazione e l’intuizione logica. Le illustrazioni di Monica Saladino, create utilizzando la tecnica della matita e del collage, sono un perfetto corredo al testo perché i ritagli utilizzati diventano un ulteriore spunto di come le cose si trasformino. Un’edizione limitata del libro vede il paziente inserto di elementi materici reali, quali sabbia, cartone e plastica, nella copertina. La rilegatura è fatta artigianalmente e il libro è realizzato su carta usomano rilegata a mano con cucitura singer a contrasto.



Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER