Oh, freedom!

Oh, freedom!
Alabama. 1850. Tommy, dieci anni, incontra un uomo misterioso e lo conduce nel villaggio in cui vive con mamma, papà e sorelle, schiavi in una piantagione di cotone. Lo sconosciuto porta una zucca a tracolla e canta canzoni con testi strani e affascinanti che sembrano aver ammaliato anche i genitori del ragazzino. Peg Leg Joe, è questo il nome del viandante, ha il carisma dell'uomo libero. Ma com'è possibile per uno schiavo conquistare la libertà? Tommy lo scoprirà attraverso un lungo e faticoso viaggio in cui attraverserà paludi, guaderà fiumi, soffrirà fame, paura e freddo, senza dimenticarsi mai di guardare il cielo, cercando la Stella Polare. Durante questo difficile percorso entrerà nella preadolescenza, inizierà a definire la propria  identità imparando l'importanza della tenacia, della determinazione, della responsabilità e dell'umiltà. Tutto questo col sostegno delle magiche canzoni di Peg Leg Joe e il coraggioso aiuto di centinaia di persone sconosciute che, rischiando la vita, favoriscono in mille modi la famiglia fuggiasca.
Francesco D'Adamo ci immerge nell'atmosfera dell'America schiavista, conducendoci lungo l'affascinante Underground  Railroad (una rete di itinerari segreti utilizzati dagli schiavi per raggiungere il Canada) attraverso le incredibili storie e le canzoni (di cui fornisce i riferimenti su youtube) che veramente hanno portato 30.000 esseri umani alla libertà. Il racconto è veramente un inno alla libertà e, esulando per un attimo dall'ambientazione del romnanzo, il suo messaggio universale è estremamente importante e attuale perché sono ancora mille le forme di schiavitù da abbattere e altrettante le Underground Railroad da creare e da percorrere.

 

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER