Parto

Parto
Nella vita si compiono tanti viaggi da soli o in compagnia, in aereo, per mare, in terra o nella fantasia. Ma c'è solo un viaggio che si fa sempre vicino a qualcuno che ci accompagna ma che si muove in un mezzo completamente diverso dal nostro. Qualcuno che si potrà guardare in viso solo alla fine del percorso. È proprio di questi due viaggi paralleli, della durata di nove mesi, che parla Parto: è il racconto di una gravidanza vista dalla prospettiva di una mamma che compie il suo percorso in aria e del suo bimbo che invece vive la sua prima esperienza in acqua.
Il libro, che si può leggere sia in un verso sia nell'altro, cerca di rendere tutte le emozioni che accompagnano quell'evento unico e sempre eccezionale che è la nascita di una nuova vita. Sia la mamma che il piccolo raccontano, nei rispettivi diari, come si trovino ad affrontare un corpo che cambia e un distacco sempre più prossimo che porta con sé tanta curiosità per la nuova avventura che li aspetta ma anche inquietudine nei confronti di ciò che non conoscono. Le pagine scorrono, mese dopo mese, fino ad arrivare al tanto atteso incontro finale, inizio di un altro lunghissimo viaggio. Le fotografie di Massimiliano Tappari accompagnano il testo in una ricerca di dettagli, di particolari tratti dalla vita quotidiana, che cercano di rendere, anche con accostamenti inaspettati e originali, le emozioni e le sensazioni dei due viaggiatori. Chiara Carminati, insignita del Premio Andersen 2012 e nota autrice di poesie per l'infanzia, riesce, anche questa volta, con linguaggio poetico e lieve, a descrivere due fasi della vita delicate e ancora misteriose.

 

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER