Piccole pesti

Piccole pesti

Le bambine! Che lagne. Sempre a pettinare le bambole, a vestirle e a svestirle. Sempre a lamentarsi di tutto, fifone e noiose. Due bambini stanno chiacchierando allegramente dentro i loro letti, in attesa che arrivino il sonno e la notte. Ciò che li tiene animatamente svegli è parlare delle bambine: con sarcasmo i due prendono in giro i modi di fare femminili. Le bambine passano il loro tempo a giocare con le bambole, hanno una tale paura di tutto che devono dormire con i pupazzetti e poi si fanno sempre la pipì nella camicia da notte (perché le bambine non portano il pigiama). Scherno e derisione si leggono nelle parole e nelle immagini. Sono talmente concentrati ed animati dal discorso che addirittura escono dalle coperte, saltano sul letto e mimano i modi di fare delle bambine. La loro sicurezza però crolla miseramente quando uno dei due nomina la parola fantasmi; a quanto pare la cosa che terrorizza di più le bambine è proprio la presenza di fantasmi. Ma esistono davvero i fantasmi? Loro sono soli nei loro letti, non hanno nemmeno un piccolo pupazzetto da stringere forte in caso di bisogno. E allora che fare? La scusa della pipì li porterà nel posto giusto, quello del caldo e rassicurante letto della bambina paurosa (che dorme beata senza nessun pupazzo).

La collana Sottosopra, curata da Irene Biemmi per la casa editrice EDT Giralangolo, racconta con ironia e semplicità realtà rovesciate, dove le nonne guidano i trattori, i lupi vorrebbero avere un negozio di fiori, le bambine sognano di fare le aviatrici. Ma sono desideri e situazioni davvero così strani? Gli stereotipi di genere stanno (per fortuna) passando di moda, almeno nella letteratura per l'infanzia. Un testo vivace e colorato da leggere ad alta voce cambiando le voci e giocando con versi ed espressioni di scherno. La sorpresa finale farà sicuramente ridere i piccoli ascoltatori o lettori. Le immagini sono colorate, piccoli particolari accentuano l’aspetto maschile dei due bambini: le coperte azzurre con disegnati i fantasmi, le stelle sui cuscini (azzurri), un fondo giallo/azzurro, la testata del letto in ferro battuto. Una scenografia che si ribalta totalmente quando compare l'immagine della bambina: coperte colorate con cuori e fiori, fondo e testata del letto in legno rosa, un'atmosfera ovattata che incornicia il suo sonno. E a lato... due paurosi bambini con gli occhi spalancati! Un albo piacevole (come tutta la collana Sottosopra) che con semplicità e molta ironia sfata luoghi comuni ed esalta pregi e difetti di maschi e femmine.

 

 

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER