In scena!

In scena!
Traduzione di: 
Genere: 
Editore: 
Articolo di: 

Quest’anno a scuola si metterà in scena un musical: Callie non vede l’ora di iniziare a lavorare sulle scenografie e già sogna effetti speciali strabilianti come una romantica pioggia di foglie sotto una magnolia e un cannone che spara davvero. Tutti collaborano, chi recitando e cantando, chi – come la vulcanica Callie – nell’affiatata squadra dei tecnici di scena: il lavoro dietro le quinte non è meno né meno entusiasmante di quello sul palco. Ci sono i vecchi amici: la confidente di sempre Liz; Greg e Matt, che ultimamente si comportano in modo un po’ strano. Ci sono i nuovi arrivati: i fratelli gemelli Justin e Jesse, tanto simili d’aspetto e tanto diversi nel carattere, ma entrambi entusiasti del copione che andrà in scena… Dodici settimane per preparare tutto, e mentre il ritmo di lavoro diventa sempre più frenetico e le ore di sonno sempre meno, non mancano le occasioni per rinsaldare amicizie, provocare e chiarire fraintendimenti e gelosie, mettersi alla prova di fronte ai propri limiti e alle proprie ambizioni. Tra quotidianità e colpi di scena, fino alle tre repliche del tanto sudato spettacolo.

In scena! è una graphic novel per ragazzi che punta tutto sulla leggerezza, riuscendo ad affrontare senza reticenze e con grande naturalezza l’importante tema della scoperta di sé: il proprio talento, le proprie aspirazioni e perfino la propria identità sessuale. Per questo motivo, il libro ha ricevuto nel 2013 lo Stonewall Honor, menzione che l’American Library Association conferisce ai migliori libri che affrontano le tematiche LGBT. Per lo stesso motivo il libro è stato ritenuto controverso e spesso censurato, ignorando del tutto la grande delicatezza e l’efficacia che caratterizzano la narrazione. E in effetti, In scena! propone una rappresentazione dei generi e delle relazioni mai stereotipata né scontata. Come nei precedenti Smile e Sorelle, attingendo anche all’autobiografia Reina Telgemeier racconta una quotidianità tutt’altro che piatta, una normalità da costruire giorno per giorno attraverso le trasformazioni e le incertezze che caratterizzano legami, sentimenti e desideri di ogni adolescente. Lo fa – anche in traduzione – calandosi realmente nel mondo degli adolescenti, senza punti di vista adulti a “moralizzare” o “interpretare” le esperienze che vengono, semplicemente, accolte e vissute per quello che sono.



0

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER