TestaCucita - L'occhio del pirata

TestaCucita - L'occhio del pirata
Tra i mostri ingentiliti del sinistro Castello Spavento arroccato vicino Pocaroba cresce TestaCucita, piccola creatura frutto del primo esperimento del professor Erasmus. Impegnato quotidianamente con i suoi antidoti a rendere innocue le varie deliranti mostruosità sfornate dagli esperimenti folli del professore, TestaCucita si trova presto a fare i conti con le prime dolorose delusioni: il suo amato creatore abbandona lui e le creature placate per dedicarsi senza rimpianti al successo e ai riconoscimenti mondani in qualità di campione di  Scienziatopazzologia. Dopo aver rinvenuto per caso il Diario di Capitan Combustibile, TestaCucita scopre in sé la natura di pirata e così, in compagnia del "migliorissimo" amico Creatura e della ostinata castigastinchi Arabella (sempre con in testa appollaiata la micidiale Varicella, mezza scimmia mezzo pipistrello), decide di lasciare il micromondo nel quale è sempre vissuto per inaugurare una nuova vita di avventurosa libertà a bordo della sconocchiata Bighellona II. Pronta a solcare i mari sulla scia del  presunto antenato corsaro, la scompaginata e coraggiosa compagnia si ritrova incidentalmente tra pericoli e pirati, protagonista di un’avventura inaspettata. Dopo aver svelato gli intrighi del perfido Fulberto Trovamostri e aver liberato il poco riconoscente professor Erasmus, Testacucita realizza di avere sogni e aspirazioni intime mai immaginate, e lascia così la porta aperta a future nuove imprese…
Seconda puntata (di quattro) delle avventure del piccolo eroe dark TestaCucita, prodotto della fantasia dell’inglese Guy Bass e dalla matita gotica di Pete Williamson. Tenero mostro di risulta, mezzo bambino mezzo pirata - allusione-citazione di un piccolo Frankenstein e smaccatamente ispirato all’alfabeto crepuscolare della macchina da presa di Tim Burton - dal cuore grande malgrado l’incuranza del suo creatore, non crede in se stessa ma è capace di cose al di là della propria aspettativa. Una piccola creatura dal grande coraggio che riscatta il suo aspetto con grandi imprese. Insomma, un po’ quello che molti di noi (più o meno di nascosto) senza dubbio sogano ancora!

 

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER