Ulysses Moore - Il giardino di cenere

Ulysses Moore - Il giardino di cenere
Ulysses Moore, il vecchio giardiniere di Villa Argo, ha finalmente scoperto cosa è accaduto a sua moglie: non è morta, ma è intrappolata nel passato e attende che suo marito la salvi. Il Viaggiatore Immaginario seguendo le tracce della su a consorte, dopo aver attraversato una delle porte temporali, si ritrova allora su un’Isola, sperduta in mezzo all’oceano del Tempo. La porta però ha un difetto rispetto alle altre: permette il passaggio solo per entrare. L’isola funge quindi da perfetta prigione sia per la moglie Penelope che per il Capitano Spencer, storico nemico di Ulysses Moore, che già si trovava lì. Trascorso po’ di tempo sull’isola, Ulysses si rende conto di essere stato seguito e il suo pedinatore non è niente meno che il più piccolo dei cugini Flint, uno dei tre teppisti di Kilmore Cove. I due decidono di formare coppia in questo viaggio pericoloso che li attende, e esplorando il territorio circostante, giungono al Labirinto d’Ombra, all’interno del cratere del vulcano che domina l’isola. Qui raccolgono vari indizi su Penelope e, trovati dei rocchetti di filo che conducono a diversi Luoghi Immaginari, scelgono quello nero, che conduce nei posti più pericolosi che molto probabilmente ospitano sia Penelope che Spencer...
Dietro lo pseudonimo di Ulysses Moore si cela Pierdomenico Baccalario che, affiancato dall’illustratore Iacopo Bruno, dà vita al penultimo romanzo della saga (giunta all’undicesima puntata), che vede i Viaggiatori Immaginari affrontare una sfida decisiva della loro avventura. Con pagine intrise di mistero e imprese avvincenti lo scrittore ha ottenuto un grande successo di pubblico in questi anni. Molti sono infatti i fan che grazie ai suoi libri si sentono ormai “dipendenti” dall’universo avventuroso in cui si muovono Ulysses Moore e i ragazzi di Kilmore. Magia e mistero svolgono la loro parte ma forse il segreto della formula sta nella trama, che porta i protagonisti ad affrontare luoghi sempre diversi di tutto il mondo, in tempi della Storia differenti, raggiunti attraverso le leggendarie Porte del Tempo. In questo episodio si risolvono vecchi enigmi e ne nascono di nuovi (il lettore va tenuto sulle spine…) ma l aformula vincente non cambia  garnché L’editore consiglia la lettura dai 9 anni in su ma è evidente che il target è molto più ampio e il libro trova estimatori anche tra i ragazzi con qualche anno in più. L’assuefazione non ha età…
 

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER