Uma del mondo di sotto

Uma del mondo di sotto

Norvegia, al tempo dei Vichinghi. Uma è una bambina allegra e estremamente vivace. Ha perso entrambi e genitori e viene allevata dalla signora Sǿppel. Sogna di essere una guerriera, forte e coraggiosa, pronta a combattere e a sfidare i cattivi. Racconta i suoi sogni ad una pecorella che porta sempre con se. Uma è solo una bimba molto più fragile di quanto lei possa far trasparire. In realtà sogna solo di ritrovare i suoi genitori, di poter passare del tempo con loro, di trascorrere una vita felice. Un giorno le dicono che se lancia un sasso in un pozzo – che lei ha trovato per caso camminando spensierata – i suoi desideri si avverano. Uma non lancia solo una pietra: si cala lei stessa nel “mondo di sotto”. Norvegia 2018. Killian e sua madre si trasferiscono in una cittadina sperduta della Norvegia. Killian è tremendamente arrabbiato con i suoi genitori: è evidente che si stiano separando ma nessuno dei due gli racconta la verità. Ora gli tocca lasciare la città e i suoi amici per trasferirsi in un paese piccolo in cui non conosce nessuno. Essere un adolescente non è facile. Killian incontra al supermercato Haper, una ragazzina che lo affascina immediatamente. Cominciano a parlare, a raccontarsi: Killian si innamora perdutamente di lei. Haper sembra ricambiare ma… quando si rivedono non lo riconosce nemmeno. Chi è Haper? Perché perde la memoria? Esiste realmente un “mondo di sotto” di cui Uma, ormai diventata adulta e capricciosa, è la regina indiscussa da secoli?

Marta Baroni, classe 1989, disegna e scrive una graphic novel rivolta ad un pubblico soprattutto giovane. Divisa in sette capitoli, Uma del mondo di sotto intreccia presente e un mondo magico affollato di personaggi buffi. Uma è la regina di un mondo magico popolato da strane creature che lei governa e che esaudiscono ogni suo desiderio. Ma, secoli dopo, Uma è una adulta annoiata che non sa più cosa desiderare. Ha “creato” il suo alter ego, Haper, una adolescente a cui è permesso frequentare gli umani. Ogni notte poi la sua memoria viene cancellata in modo che Haper non abbia alcun legame se non quello con Uma. Toccherà a Killian rompere l’incantesimo, liberare tutti – Uma compresa – da una vita che non desiderano. Marta Baroni prende spunto dai manga giapponesi, per essere più specifici adora i “kawaii”, e li rivisita in ambientandoli in Norvegia. La lettura è piacevole, interessante, i disegni sono immediati, coloratissimi e freschi. Baroni racconta della necessità di fare i conti coi propri demoni, della capacità di guardar in faccia le cose, ma anche in fondo ad esse: qualcuno si perde nel torbido, qualcuno ci trova forza e speranza. Andare avanti, adattarci a ciò che ci circonda, lottare per realizzare i nostri sogni e per inseguire ciò che desideriamo: questo possiamo continuare a fare ogni giorno, con perseveranza, senza stancarci mai.



0

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER