Verso casa

Verso casa
Matt ha un migliore amico, Aman, ma non lo vede più da un sacco di tempo. Aman ha quattordici anni, gioca a calcio e frequenta una scuola inglese da ormai sei anni; ora, però, è in carcere insieme alla madre: la loro richiesta di asilo politico non è stata accettata. Sì, perché Aman e la madre sono afgani, fuggiti dalla situazione di estrema povertà e guerra causata dai talebani; a guidarli nel lungo viaggio verso la libertà c'era Ombra, cagnolina americana addestrata per trovare le mine e arruolata nelle file dell'esercito a stelle e strisce. Il racconto che Aman fa al nonno di Matt, ex giornalista convinto dal nipote ad andare a fare visita ai prigionieri, è un racconto a cuore aperto, obiettivo ma ancora carico della speranza di un bambino. Le probabilità di riuscire ad aiutare Aman e sua mamma sono scarse... Gli ideali saranno più forti dei vincoli di legge?
Michael Morpurgo, scrittore di un altro centinaio di libri per ragazzi, è autore di War Horse (da cui è stato tratto anche un film, diretto da Steven Spielberg e candidato a 6 premi Oscar), da cui riprende molti tratti a livello di trama: l'affetto tra un adolescente e un animale, la guerra e la generale difficoltà in situazioni estreme, l'amicizia, la nostalgia, il coraggio. Se, da un lato, il rapporto tra Ombra e Aman mette in luce la speranza che deriva dal lottare per i propri sogni, dall'altro – a tratti – sembra un semplice pretesto per raccontare gli scenari dell'Afganistan contemporaneo, sconvolto dalle guerre e sotto il giogo talebano, in cui l'unica vera chance di sognare si acquisisce una volta superata la frontiera. La nota interessante della storia sta in una sfumatura che, apparentemente, non sembra uno snodo fondamentale del romanzo: Matt, spinto da un sentimento di amicizia puro, non smette un attimo di lottare per Aman, convincendo il nonno a parlare coi prigionieri e a scrivere un articolo di protesta per tenere in Inghilterra il suo migliore amico e la madre. Insomma, ci sono cause che è bello e necessario sposare, per cui non bisogna arrendersi: a sostenere le proprie opinioni, piccole o grandi che siano, si inizia da ragazzi.

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER