Zeb e la scorta di baci

Zeb e la scorta di baci
Il piccolo Zeb è contento: sta per partire per il campo al mare. All’improvviso lo zebrino si rende conto di una cosa gravissima: tra i vestiti su cui la mamma sta cucendo il suo nome, perché non si confondano con quelli degli altri, c’è anche il pigiama. Spaventato Zeb prende coscienza  che dovrà dormire lontano da mamma e papà e, soprattutto, stare senza i loro baci del buongiorno e della buonanotte. Per consolarlo i genitori hanno un’idea: daranno al piccolo una… scorta di baci! Preparano dei foglietti e stampano due baci su ognuno; quello col rossetto è quello della mamma. Zeb porterà con sé una scatola di latta con questi foglietti ripiegati come piccole caramelle e pieni di baci e, quando ne sentirà il bisogno, potrà aprirne uno e avvicinarlo al viso. In treno, alla partenza, la prima emergenza! Lui, sotto una coperta, apre un foglietto e si sente già meglio. Quando un compagno più piccolo comincia a piangere inconsolabile decide di offrirgli un baciocaramella e pian piano il piccolo si calma. Ora però anche gli altri compagni di viaggio ne vogliono uno! La scatola di Zeb resta presto vuota. Ma non è così grave: al risveglio tutte le altre piccole zebre voglio fare colazione con lui. Poi arrivano finalmente al mare, ed è ormai tempo di divertirsi tutti insieme!
Questo librettino colorato, scritto e illustrato dal francese Michael Gay, è perfetto per tutti i bambini che si preparano ad affrontare il momento delicato del primo distacco dai genitori, magari per andare a scuola. Attraverso la storia tenerissima del piccolo Zeb si suggerisce ai piccoli che mamma e papà restano accanto a loro anche nei momenti in cui sono fisicamente lontani. Il semplice espediente dei bacicaramelle può diventare anche un suggerimento prezioso partico da attuare proprio in occasione dei "distacchi". In definitiva, una lettura carina per accompagnare, rassicurare e incoraggiare nel momento di questo passaggio psicologico ed emotivo. A questo riguardo, non è meno importante che l'albo suggerisca ai piccoli che i loro timori sono spesso anche quelli dei suoi coetanei e che fare amicizia e sentirsi solidali può aiutare a superare insieme le difficoltà. Il libro, che consta di poco testo e immagini grandi e colorate, è stato già utilizzato in diverse scuole per aiutare i bambini nel momento cruciale del primo giorno di scuola. Apprezzabile, poi, la riedizione del volumetto nella collana Bababum che raccoglie il meglio del catalogo delle casa editrice  in formato tascabile, maneggevole e più economico.

 

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER