Festival Adriatico Mediterraneo 2013

Dal 24 al 31 agosto 2013 Ancona ospiterà la settima edizione  del Festival Adriatico Mediterraneo in un percorso reale e ideale attraverso i luoghi più significativi della città-porta d'Oriente, insieme con cento artisti e intellettuali.



Il festival internazionale Adriatico Mediterraneo 2013 animerà, per il settimo anno, il capoluogo marchigiano con un ricco programma di eventi culturali tra musica e danza, teatro e cinema, dibattiti e mostre rivolti a sviluppare un comune sentire sulle questioni che accomunano le culture e i popoli del mare, all'interno del sempre più strategico scenario geopolitico del Mediterraneo. Ospiti illustri e autorevoli di questa edizione saranno Vinicio Capossela che inaugura la manifestazione nello spazio della corte della Mole Vanvitelliana, con il reading musicale "Tefteri-Il libro dei conti in sospeso", in cui narra una Grecia inedita, sofferente e fiera, che riscopre il rebetiko come musica della krisis; Stefano Benni&Fausto Mesolella, protagonisti di "Ci manca Totò", un live surreale, tra musica e poesia, in cui la chitarra di Mesolella, accompagna le letture di Benni e le sue performance vocali, con un testo scritto per Fabrizio De Andrè e uno su Totò; Lina Ben Mhenni, blogger tunisina pluripremiata per il lavoro svolto durante la rivoluzione tunisina del 2011; Leila Ben Salah, giornalista italo tunisina che con l'antropologa e psicologa Ivana Trevisani hanno raccontato il ruolo delle donne nel corso della primavera araba; lo scrittore e reporter Angelo Ferracuti; Mimmo Cavallaro e Cosimo Papandrea in un concerto emozionante ed energico. Giorgio Pressburger che presenta il suo libro Storia Umana e Inumana, un viaggio dantesco tra i protagonisti della contemporaneità; Boris Kovac e la Campanella, con un cabaret apocalittico fatto di sonorità mediterranee e dell'Europa centrale che evoca gioia e nostalgia, euforia e tristezza, utilizzando un connubio originalissimo di jazz, musica contemporanea ed elementi folk; la scrittrice e psicoterapeuta di origine siriana Masal Pas Bagdadi; l’attivista per i diritti umani italo-siriano Shady Hamadi; il rabbino capo delle comunità ebraiche delle Marche Giuseppe Laras; Rita El Khayat, psichiatra e scrittrice di origine marocchina, attivista per i diritti delle donne e candidata al premio Nobel per la pace e molti altri ancora. Nell’anno che segna l’ingresso della Croazia nell’Unione Europea e che celebra l’anniversario dei 2400 anni dalla fondazione di Ancona, l’Adriatico Mediterraneo Festival 2013 vuole essere uno stimolo alla riflessione su questioni centrali della contemporaneità, in un territorio che, anche grazie a questo evento, ha riscoperto la propria vocazione allo scambio e al confronto tra popoli e culture. Il fulcro di tutte le manifestazioni sarà anche quest'anno la Mole Vanvitelliana: qui ogni sera, con inizio alle 21.15, si avvicenderanno i big, mentre negli altri spazi si terranno mostre, concerti, incontri letterari e performance.

L'intero programma sarà disponibile sul sito www.adriaticomediterraneo.eu.

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER