Black Panther – Preludio

Dieci anni fa. A Kivu, nella Repubblica Democratica del Congo, vicino al confine con il Wakanda, un convoglio ONU viene attaccato da un commando paramilitare locale. Un gruppo di guerrieri del Wakanda che assiste all’agguato decide di intervenire a fianco dei caschi blu. La battaglia infuria e quando la bilancia sembra pendere a favore dei guerriglieri nella mischia si getta un uomo con un costume nero da pantera, che in pochi secondi rovescia le sorti dello scontro. Poco dopo a bordo di un avveniristico veicolo volante, il principe ereditario T’Challa, che indossa il costume di Pantera Nera da appena una settimana, atterra nella capitale di Wakanda: il re T’Chaka richiede immediatamente la sua presenza. Il sovrano vuole congratularsi con il figlio: sta dimostrando di meritare il ruolo di Pantera nera che ha ereditato dal padre. Ma vuole anche affidargli una missione complicata: in Paraguay un gruppo di mercenari guidati da una letale narobiana chiamata Zanda e dal violento sudafricano Douglas Scott ha preso in ostaggio una comitiva di turisti, tra i quali due wakandani. Il re vuole che sia Pantera Nera a risolvere la crisi, con discrezione e prudenza. T’Challa parte, accompagnato dalla guerriera Okoye, che dovrà affiancarlo ma soprattutto osservarlo per rendere conto al re dei progressi della nuova Pantera Nera…

In occasione dell’uscita nei cinema italiani del blockbuster Black Panther – già 800 milioni di dollari di incasso nelle prime settimane di programmazione – Marvel Italia fa uscire questo Preludio, una sorta di Year: One di Pantera Nera sceneggiato da Will Corona Pilgrim – specializzato nelle riduzioni a fumetti dei blockbuster targati Marvel – e disegnato dall’italiana Annapaola Martello (Scarlet Witch, Ant Man, Venomverse). È un’avventura giocata tutta sull’azione, con infinite sequenze di combattimento esaltate dal tratto “sporco” della disegnatrice brindisina. Ma non finisce qui: l’albo contiene anche una storia firmata da Reginald Hudlin e John Romita jr. tratta dalla serie dedicata a Black Panther uscita tra 2005 e 2008, anche questa tesa a indagare i primissimi passi di T’Challa nel ruolo di Pantera Nera (qui è addirittura impegnato nei combattimenti rituali che precedono la designazione di ogni nuovo campione a Wakanda). A chiudere due storie pubblicate su Jungle Action nel 1973, sceneggiati da Don McGregor. Tutt’altro che anacronistiche, rappresentano anzi forse la vetta di questa operazione editoriale. Pantera Nera è stato assente da Wakanda per un lungo periodo e il suo regno è a pezzi: i sudditi sono sfiduciati, non c’è ordine né legge e un gruppo di predoni guidati dal feroce Eric Killmonger sta seminando morte e distruzione. T’Challa deve riconquistare il suo ruolo e la fiducia del suo popolo, sconfiggendo inoltre un nemico che pare più forte e feroce di lui. Le matite di Rich Buckler, in altri casi spesso controverse, qui sono perfettamente funzionali alla durezza della storia, violenta e bruciante di emozioni forti. Una vera chicca anni ’70 che chiude alla grande un volume utile a chi non conosca il personaggio di Pantera Nera e voglia approcciarsi al film con un minimo di background.



0
 

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER