Le storie di guerra – 1939-40: Spagna/Inghilterra

Le storie di guerra

Battaglia dell’Ebbro, centosessanta chilometri da Barcellona. 1939. Siamo al terzo anno della Guerra civile spagnola – che vede contrapposte le truppe nazionaliste, guidate da Emilio Mola e Francisco Franco, e quelle repubblicane, guidate dal Fronte Popolare, quando quattro combattenti si ritrovano all’interno di una buca. Sono un inglese, un irlandese, un tedesco e uno spagnolo. Fino a quel giorno hanno combattuto l’uno contro l’altro ma ora la situazione è diversa: sono bloccati e tutti sulla stessa barca. Per questo motivo si concedono una tregua e iniziano a raccontare le loro storie; cosa li ha portati a combattere quella guerra e, soprattutto, cosa hanno visto sui campi di battaglia. In questo modo scoprono di avere molte cose in comune… Inghilterra, 1940. I cieli dell’isola sono infestati dagli aerei della Luftwaffe, la famigerata aviazione nazista; una notte dopo l’altra, durante i bombardamenti, ampie aree di Londra, Liverpool e altre città inglesi sono state letteralmente rase al suolo: Hitler ha infatti deciso di scatenare l’inferno in Gran Bretagna. L’unica speranza risiede nella RAF, la Royal Air Force, i cui piloti hanno già mostrato il proprio valore salvando il paese dall’invasione tedesca. Ma c’è ancora da combattere: per questo motivo la RAF ha riunito i migliori piloti dell’Impero britannico e alcuni provenienti da tutto il mondo, spinti dal bisogno di abbattere gli aerei nazisti. Però c’è un problema: bisogna combattere anche di notte e i Defiant inglesi sono inadatti perché i radar sono ancora allo stato primitivo. Così ci si affida al coraggio e al valore dei piloti, costretti a improvvisare. Eroi ricordati come “Lo squadrone dei vampiri”…

Saldapress recupera Le storie di guerra del fumettista irlandese Garth Ennis – autore, tra i tanti, di The Punisher, Hitman e Ghost Rider, e dà vita a una saga che ripercorre le tappe della Seconda guerra mondiale. Il primo volume della serie si compone di due storie: la prima, Condor, disegnata da Carlos Ezquerra, è ambientata nel teatro della Guerra civile spagnola, triste preludio di quello che sarà l’orrore che l’Europa vivrà nei prossimi sei anni; la seconda, Lo squadrone dei vampiri, disegnata da Tomas Aira, si sposta in Gran Bretagna, ai tempi della celebre Battaglia d’Inghilterra, che vide scontrarsi le flotte aeree della Luftwaffe nazista e della RAF inglese: un evento in cui si iniziò a capire che la macchina bellica costruita da Hitler non era infallibile e che segnò uno dei primi fallimenti del Terzo Reich. Le storie di Ennis ci immergono direttamente nella guerra e lo fanno con forza, facendoci conoscere l’orrore, il dolore, il sangue, la carne, con un realismo estremo e, soprattutto, attraverso gli occhi di chi la Seconda guerra mondiale l’ha combattuta in prima linea. Tutto il volume emerge soprattutto per la precisione dei luoghi raccontati e per l’accuratezza degli eventi rappresentati. Un plauso, infine, alle descrizioni dei combattimenti aerei contenute ne Lo squadrone dei vampiri. Una saga, dunque, da non perdere, e che ci accompagnerà fino al maggio del 2020.



0

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER