Mumin e i briganti

Mumin e i briganti
Va bene che il senso dell'ospitalità è sacro, ma una casa già piena di ospiti e parenti non è proprio il contesto adatto all'arrivo di tutto il branco dei fungarelli al completo. Certo a Mumin sarebbe stato utile aver imparato a dire no, ma niente, non è capace. Sarebbe stato utile avere accanto a sé mamma Mumin (la mamma più mamma del mondo) e papà Mumin (grande avventuriero e facile alla noia), i quali avrebbero potuto aiutarlo a gestire la situazione. Ma se lo sono perso, e quindi pazienza, toccherà accontentarsi dell'amico Sniff (una specie di canguro/topo). Dopo un po' di tentativi fallimentari per mettere alla porta gli ospiti, ecco la svolta: invitare Puzzolo. Il fatto che non si lavi mai può rivelarsi utile (e lo sarà), certo c'è quel piccolo dettaglio che mangia qualsiasi cosa e qualsiasi casa (e lo farà). Dei genitori nessuna traccia, la casa è perduta, ma l'inventiva non manca e, dopo una serie di strampalate idee e conseguenti avventure surreali per cercare di diventare ricchi e famosi (tra cui l'aver conosciuto Tabacco), sarà l'incontro con Grugnina a dare la vera svolta agli eventi, briganti compresi... E se incontrare e conoscere la famiglia Mumin (padre e madre) è un'esperienza imperdibile nella vita, pensate cosa possa significare ritrovarla dopo che ti hanno smarrito da piccolo! Semplice: la vita già strampalata e assurda di Mumin acquista quel sapore di condivisione che non è niente male. Tutto è bene quel che finisce bene, no? No, il ritrovamento in mare di una scatola piena di parolacce, che verranno prontamente inviate a casa della zia Gianna, significherà fare la sua conoscenza per poi tornare di nuovo 'orfani', visto che madre e padre (appena ritrovati) non resisteranno al fascino della vita in grotta...

E poi avanti, con assaggi di avventure e personaggi assurdi, ironici, tolleranti. I Mumin sono fatti così: una famiglia di troll, creature flemmatiche dotate di uno spiccatissimo senso dell'umorismo basato sull'assurdo, dalla inconfondibile forma di ippopotamo. Sono spesso alle prese con sconclusionate avventure dietro le quali è celato (attenzione - nessuno spazio al buonismo, però) un messaggio di grande umanità, improntato soprattutto alla accoglienza del diverso e a grande tolleranza. Nati nel 1945 per mano dell'autrice finlandese Tove Jansson che li rende protagonisti di una serie di volumi destinati ai bambini, i libri sui Mumin sono stati tradotti dallo svedese in 38 lingue (italiano incluso, per Salani, con la mediazione della grande Donatella Ziliotto), trasformati in fumetti (soprattutto, per il mercato inglese, ma apparsi in Italia su Linus), cartoni animati, un'opera lirica, un film di animazione. A questo proposito, per la colonna sonora del film The Moomins And The Comet Chase Lindberg (primo film di animazione nordico in 3D stereoscopico) si è scomodata una fan storica, Björk, che, insieme al suo collaboratore Sjón, ha scritto "The Comet Song", il brano di chiusura. Il film, presentato durante la scorsa edizione al festival di Cannes, è in uscita questa estate nelle sale finlandesi e sarà tradotto in 12 lingue. Ma tornando a noi, a 65 anni dalla loro creazione, i Mumin ritornano in italiano con strisce destinate ai piccoli e non solo, prive di qualsiasi forma di buonismo in cui tutti questi strampalati sono calati in comiche avventure dai tempi strani e lenti. E ritornano nella veste di un elegante cartonato in bianco e nero di 96 pagine, 22 x 32 cm, con il primo volume Mumin e i briganti, che raccoglie quattro storie di una serie che Black Velvet pubblica secondo la logica della ristampa statunitense della Drawn & Quarterly. Disegni semplici, efficaci ed eleganti in una sequenza di strisce classiche nella loro composizione (con i contorni della vignetta che a volte sconfinano e scivolano nel disegno), geniali ed attuali nei loro contenuti... Ritornano insomma per restituire al lettore italiano un bel tassello di quella letteratura per l'infanzia nordica a cui molto dobbiamo.

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER