Il compleanno del Re

Stephen “forse non tutti sanno che di secondo nome fa Edwin” King è nato a Portland il 21 settembre 1947, e oggi compie quindi la bellezza di settantuno anni. Nei 43 di questi dedicati alla scrittura (l’esordio per lui arrivò nel 1974 con Carrie), King ha venduto decine di milioni di copie dei suoi libri, che ha visto tradotti in tutto il mondo e trasposti quasi tutti ‒ un record praticamente imbattuto nella storia della Letteratura ‒ sul grande e piccolo schermo. Una bella soddisfazione per colui che fu definito in modo sprezzante dal critico letterario del “Time” «maestro della prosa post-alfabetizzata». Cresciuto in una famiglia molto modesta e senza il padre, scappato di casa quando era ancora piccolo, Stephen King (qui tutti i suoi libri) nel 1999 ha rischiato di morire, investito da un furgoncino sul ciglio della strada. Ma i mesi d’ospedale, le tante operazioni chirurgiche e la tormentata convalescenza non l’hanno fiaccato: più prolifico che mai ha sfornato decine di successi editoriali smentendo chi credeva esaurita la sua vena creativa con i suoi grandi classici (Shining, L’ombra dello scorpione, Le notti di Salem, Il miglio verde solo per citarne alcuni), tra i quali va segnalata la saga della Torre Nera. Nel 2017 il trionfo ai botteghini statunitensi del film tratto da It, forse il suo romanzo più paradigmatico e terrificante. Buon compleanno, Re!



Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER