Il libro della Shoah italiana

Dal 25 gennaio Repubblica e l'Espresso propongono in edicola "Il libro della shoah italiana", due volumi con i racconti di chi è sopravvissuto. Le testimonianze di più di 100 sopravvissuti che danno vita a un racconto corale sull’ebraismo italiano. Un mosaico di ricordi tra sogni, rabbia, smarrimento e speranze per non dimenticare la tragedia che ha toccato anche la nostra nazione.

Dalla prefazione di Renzo Gattegna, Presidente Unione comunità ebraiche italiane - Ucei: Anche in Italia, come in tutto il continente, la Shoah ha significato una persecuzione durissima di uomini e donne, anziani e bambini, colpevoli solo di essere ebrei.
Molti di loro appartenevano a famiglie italiane sin dall’epoca di Roma antica; altri erano stranieri, fuggiaschi dai paesi d’Europa ove la persecuzione era iniziata negli anni precedenti. Erano professori universitari e impiegati, dirigenti di banche e venditori ambulanti, maestri di ebraismo o osservanti tiepidi. Diversi come erano diversi gli italiani. Nel 1938 tutti furono colpiti dalla radicale legislazione antisemita del regime fascista.
Dopo l’8 settembre 1943 furono braccati dalla polizia del Terzo Reich e da quella della Repubblica sociale italiana. Migliaia e migliaia di loro furono arrestati, rinchiusi in carceri e in campi e deportati ad Auschwitz-Birkenau. Lì la grande maggioranza venne uccisa all’arrivo o dopo qualche settimana di permanenza, mentre solo poche centinaia poterono incredibilmente sopravvivere.
Questo volume raccoglie la voce di questi ultimi. Essi, parlando anche a nome degli uccisi, ci raccontano com’era vitale la loro esistenza prima dell’arresto, come vennero trattati dai fascisti e dai nazisti durante la Shoah, che cosa ha significato sopravvivere alla  disumanità più totale e rientrare nella società italiana o andare a costruire la società israeliana. È il racconto corale di un pezzo d’Italia nel suo periodo storico più terribile, di un’Italia indifesa, abbandonata, perseguitata, straziata, ma che ha trovato la forza di ricostruire una vita dignitosa. Le voci di quell’Italia ci costringono a riflettere sul significato di «minoranza», di «tolleranza », di «convivenza», di «cittadinanza» e di «civiltà».
I due volumi saranno disponibili a 9,90 Euro.

 

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER