Le cinque manie dei lettori forti (la 3 è clamorosa!)

Articolo di: 

I lettori forti saranno anche pochi ‒ o meglio troppo pochi ‒ ma di certo non è difficile riconoscerli. Passano le ore in libreria, a rovistare sulle bancarelle dell’usato, a curiosare in biblioteca o sui siti che si occupano di libri, ma soprattutto hanno delle abitudini diciamo… un po’ strane che li distinguono dalla massa. Di cosa stiamo parlando? Beh, se siete voi stessi dei lettori forti quasi tutte le conoscete già ‒ perché le avete voi stessi, naturalmente! ‒ ma se non lo siete ecco una guida per riconoscere quelli che mangiano e respirano libri.




▼ Sono infastiditi se altre persone toccano i loro libri, che hanno sistemato con cura sui loro scaffali secondo un ordine che capiscono soltanto loro. Non li prestano a nessuno, piuttosto ne comprano un'altra copia e la regalano a chi glieli chiede.

▼Quando comprano un libro nei megastore scelgono con cura la copia meno sporca e rovinata tra quelle della pila. O la copia è perfetta o non la comprano. E prima di iniziare a leggere un libro tolgono la sovraccoperta per non sgualcirla o sporcarla.

▼ Scelgono con attenzione il segnalibro da abbinare al libro. C’è chi lo abbina in base al colore, chi in base al tema.

▼ Prendono subito una matita e un foglio per prendere appunti appena cominciano un libro e/o copiano su un quadernetto le frasi più significative.

▼ Passano il tempo a immaginare finali diversi e s’immedesimano talmente tanto nei personaggi che li sognano di notte. Parlano, ridono, gesticolano in pubblico, assorti nella lettura del proprio libro. Piangono alle morte dei propri beniamini.



 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER