…e non fanno rumore

…e non fanno rumore
Genere: 
Editore: 
Articolo di: 
Un volontario, Claudio Capretti in prima persona, entra a contatto con le carceri. Esatto, le carceri. Prima ancora che con i detenuti infatti è con le mura e i cancelli che l’uomo deve fare i conti. Tanti cancelli che uno dopo l’altro, inesorabilmente e con fare monotono, lento e instancabile si chiudono alle sue spalle nel lasciarlo entrare, per permettergli di esercitare il suo servizio. Ma non è solo quello che c’è, quello che si vede, a dargli da pensare. È proprio il grande nulla che regna intorno, quel momento di silenzio assoluto che permette il riecheggio dei cancelli, il vero motore della riflessione; lo specifico non rumore che ognuno che sia venuto a contatto almeno una volta nella vita con l’ingresso in un istituto di detenzione porta con sé, insieme con il cigolio dell’apertura e lo sproporzionato rimbombo delle sbarre che si chiudono dietro i proprio passi…

Il rumore, la memoria, il male, le parole, i pensieri, il volto, i sogni, le lacrime, le mani, il tempo, gli sguardi, il bene. Ambiti entro i quali vengono raccolte riflessioni e situazioni, esperienze che danno una tangibilità all’astrazione del concetto che ogni parola, titolo rappresentato del macroinsieme, evoca. Il tutto racchiuso dall’enorme ma ben circoscritto ambiente del carcere. Come tante celle, i capitoli del libro vanno a delineare l’assetto emozionale e a disegnare quasi architettonicamente la conformazione restrittiva dell’universo carcerario, al quale l’autore si interfaccia come volontario e come osservatore vorace. Un percorso che dallo sconcerto conduce fino ad una quasi euforia, che pervade l’autore identificando un nuovo tipo di felicità che cresce con la riscoperta di sé attraverso il rendersi utili. Lo spirito della spinta al bene muove le pagine di questo diario di bordo, leitmotiv ben esemplificato già dalla citazione di George Bernanos che ispira la scrittura del libro e che ricorda quanto sia ciò che rimane di intatto e puro in ogni uomo a spiegare un essere umano, molto più che i suoi difetti.

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER