Africa

Africa

“L’Africa sembra condannata a oscillare tra le polarità della speranza e della disperazione...” Che cosa rappresenta il continente africano agli occhi del mondo? Probabilmente un paniere da cui per secoli hanno attinto risorse l’Occidente e gli Stati arabi attraverso la schiavitù, lo sfruttamento minerario, il mercato delle armi e non solo. La divisone del territorio decisa arbitrariamente dal Congresso di Berlino del 1884 non ha risolto i contrasti tribali, politici e religiosi dell’Africa, poiché “Le nazioni non sono semplicemente delle pezze colorate sull’atlante, rispondono a una logica interna e a una coerenza storica”. E i deboli tentativi dell’ONU nel portare ordine e pace non sono serviti a evitare i massacri in Costa D’Avorio, nel Darfur o nel Congo, perpetrati dagli stessi africani animati dalla volontà di conquistare il potere e il controllo delle ricchezze del territorio, anche a costo di distruggere il loro popolo. In verità cosa sia l’Africa tutt’oggi non lo sappiamo, perché sta ancora aspettando di essere scoperta: “Stavolta in senso profondo però, non geografico.”...

Wole Soyinka ‒ Nobel per la Pace nel 1986 ‒ tenta di analizzare la situazione africana con la consapevolezza di non poter dare risposte definitive. In questa raccolta di scritti auspica di offrire punti di partenza su cui sviluppare riflessioni utili per arrivare a capire l’Africa, così da “scoprirla” realmente. Nella prima sezione del saggio si riparte dal passato, ricordando ciò che ha condizionato lo sviluppo e la storia del continente: il colonialismo, le divisioni interne, la schiavitù, i pregiudizi culturali e sociali alimentati dalla letteratura ottocentesca, il proselitismo religioso, la piaga dei genocidi. Nella seconda parte trova spazio l’aspetto spirituale e più intimo del popolo africano: l’animismo, guida all’esistenza più che vera e propria religione, che investe ogni aspetto della vita sociale. Una spiritualità aperta e sensibile, tramandata nei testi divinatori dell’Ifa, che mira alla costante ricerca spirituale e alla tolleranza, ma subisce lo stritolamento tra i due grandi blocchi del Cristianesimo e dell’Islam.



Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER