Annibale

Annibale - Un viaggio

Come ritrovare le tracce di una battaglia avvenuta nel 216 a.C.? Chi è quest’uomo che da duemila anni non fa che mettere discordia tra storici, filosofi, antichi cantori e moderni studiosi a riguardo della sua persona, le strategie belliche utilizzate e la crudeltà dei metodi adoperati? Questo eroe/anti-eroe risponde al nome di Annibale: un fantasma che tuttora si aggira per buona parte dell’Europa lasciando tracce di sé in una lista di nomi che collegano il Piemonte alla Puglia. Strade, statue, ponti, iscrizioni, ritrovamenti e passi montani non fanno che parlare del celebre condottiero cartaginese: ma qual è la verità dietro a questo mito dai mille volti? Da Cartagena a Tunisi inseguiamo la leggenda in cerca di una possibile verità…
Paolo Rumiz - penna che anima le pagine del “Piccolo” di Trieste e le colonne de “La Repubblica” - ci porta con sé in questo itinerario attraverso i luoghi che hanno caratterizzato la vita di Annibale. Sorprendentemente basta un solo biglietto (al costo di 16 euro) per un doppio viaggio in cui il narratore da un lato ripercorre attraverso una cronaca in diretta le tappe che collegano l’esodo di Annibale, mentre dall'altro offre rievocazioni del passato che aprono un ulteriore percorso all’interno della storia. Lasciamoci guidare allora dalla Dumbo - così è soprannominata l'auto usata dall'autore in memoria degli elefanti di Annibale - tra i valichi alpini e i passi sui Pirenei, tra i freddi paesi del confine francese e i caldi sobborghi del meridione, ma soprattutto all'interno di un'opera che ha la profondità e la valenza di un saggio e la leggerezza di un romanzo.

0

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER