Auro Ponchielli contro la fine del mondo

Auro Ponchielli contro la fine del mondo

Milano. Il fine settimana di un imminente giugno. Il trentottenne Auro Ponchielli, 72 kg per 169 cm, fa il pubblicitario per la piccola agenzia “Extra Large Ideas”, poco amato dal capo Luis Ferro. Da sempre soffre di stipsi idiopatica ed ernia iatale, da due anni sta con Marzia Morabito (che ha poco seno e ama farsi prendere da dietro), da sei mesi convivono. L’odioso 60enne Luis, denti affilati e occhi da rettile, è sposato con Dolores, cui fa le peggio cose. Lei è la sorella di Miki Zanetti in arte Zanna, mitico conduttore radiotelevisivo, scrittore di successo, basette da pirata e orecchino al lobo, un poco sovrappeso, il sorriso più famoso d’Italia, nessuna donna gli resiste (sono state già oltre 4quattrocento). I fatti sono che Auro deve gestire l’operazione Banana (scimmie segretamente sottoposte a evoluzione accelerata), la Santa Chiesa vuole che Zanna intervisti il Papa nello Spazio (per benedire la Terra dall’alto, inaugurando i viaggi per le persone “comuni”), gli otto milioni di alieni Biritimacchi presenti sul pianeta sono anziani ma in fibrillazione (a conoscenza di strani progetti in arrivo dal loro pianeta), qualcuno ha scrocchianervi e “pinguini” che scaricano oggetti e personalità…

Allegro, divertente, bulimico esordio letterario per il quarantacinquenne versatile copywriter Alessandro Pozzetti, in terza varia, con continui intermezzi narrativi e pioggia torrenziale. Finalmente l’EXPO non c’entra. Nei tre giorni il povero creativo Auro Ponchielli viene posseduto dallo spirito di Clint Eastwood, inoltre capitano incontri con versioni originali oppure geneticamente modificate di Niki Lauda e Adriano Celentano, Bud Spencer e Rino Tommasi, fra gli altri. Fughe negli USA e ad Asola. Segnalo la delibera europea per la sostituzione degli incroci semaforici con rotatorie (voluta dalla CIA per scoprire gli alieni, molti vecchi si fermano per ore a vedere il lavoro nei cantieri). Godibili tanti personaggi, anche di contorno. Di persona il Papa ha voce rotonda e allegra. Il nuovo editore milanese NN (Enne Enne) ha cominciato bene, anche questo è un buon romanzo, originale, ben congegnato. Con la fantasia talvolta accade che a lungo andare diventa inevitabilmente ridondante, sconclusionata. Auro beve Chianti da supermercato. In sottofondo Lennon e Armstrong.



Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER