Blu oceano

Blu oceano

Nel sole splendente di mezzogiorno Stella contempla per l’ultima volta l’estatica bellezza dell’immensa distesa di vegetazione del Madagascar, travolta da ondate febbrili di ricordi mischiate al colore, alla luce, ai profumi di quello scenario mozzafiato. Il suo mondo è stato spazzato via e ora non resta che abbandonarlo e far ritorno nella plumbea Londra, dove la sua famiglia l’aspetta. L’elicottero è già pronto quando Aylin, l’anziana governante, le corre incontro per salutarla. Un abbraccio pieno di dolcezza e gratitudine tra le due donne, promesse e occhi lucidi. Ma tempo non ce n’è più. Al gate di una fredda e grigia Londra solo l’abbraccio familiare di sua madre e di Kate, sua sorella minore, riesce a scaldarla per un po’ e a stemperare quel vuoto che dall’interno inesorabilmente la sta divorando. E difatti, passate le prime frenetiche giornate di vacanza fatte di racconti della sua vita in quella terra meravigliosa e sistemazione nella sua nuova dimora, quel vuoto interiore viene fuori in tutta la sua drammaticità, spingendola nell’abisso della solitudine, dell’insonnia, del costante rimuginare, fino a sfociare in crisi di panico sempre più opprimenti e violente. A salvarla da quel baratro è un’amica di sua madre, che riesce a convincerla ad organizzare una mostra fotografica, visto l’incredibile quantità di materiale di cui Stella dispone. La donna si lascia convincere anche sotto la guida di Bobby, un bellimbusto americano dirottato da Kate su sua sorella con la speranza di vederla finalmente sciogliersi e lasciarsi andare. La mostra è un vero successo, c’è gente anche altolocata, giornalisti, avvocati, molti sembrano interessati alle sue opere, insomma sembra girare tutto per il verso giusto ma l’incubo del baratro nella testa e nello stomaco di Stella, quell’indelebile e costante senso di inadeguatezza, non sembra abbandonarla mai. Finché non sente quella voce alle sue spalle e voltandosi lo vede...

Alessandra Perugini, fermana, classe '79, laureata all’Università di Bologna in Psicologia Clinica e successivamente specializzata in Psicoterapia Relazionale a Rimini ‒ città nella quale ha lavorato per diversi anni nel sociale ‒ in questo suo esordio letterario da vita ad una spy story ritmata e ben strutturata nella quale l’amore, la passione si intrecciano prepotentemente in un tourbillon di azione e mistero a intrighi internazionali a sotterfugi da cui sembra impossibile uscire con le ossa sane e vincitori. Due personaggi agli antipodi ‒ Stella, fuggita suo malgrado dalla sua precedente vita a causa di un trauma che le ha cancellato la famiglia e Thomas Rhide, ex Navy Seal, ora agente segreto impegnato nella lotta al terrorismo internazionale – ma in fondo accomunati dalle stesse fragilità incrociano i propri destini congiungendosi attraverso il filo rosso di una sfrenata e incontrollabile brama amorosa. Due destini che attraverso l’oceano, tra Londra e il Madagascar, dovranno fare i conti con loro stessi e con il loro spesso oscuro, tormentato e doloroso passato.



Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER