Brivido nero

Brivido nero
Tra i legionari del console Attlio Regolo, che sta per marciare su Cartagine, serpeggia la paura: di notte, una forza misteriosa fa sparire alcuni di loro senza lasciare traccia. Incursioni del nemico? Belve feroci? O una creatura sconosciuta in agguato nel buio? Publio Sestilio, un militare esperto nell'arte dell'investigazione, viene incaricato delle indagini... Un agente dei servizi segreti arriva nell'isoletta messicana di Holbox, sulle tracce di un collega che ha intascato 2 milioni di dollari che servivano per una missione ed è fuggito. La caccia ha buon fine, l'agente in fuga è a Holbox e i due non tardano ad incontrarsi. Palme, pesce fresco, bibite ghiacciate, una ragazza caliente e 2 milioni di dollari nell'armadio: ecco la vita dell'ex agente segreto ora. I due, prima di ritornare in patria, si confrontano sul senso della loro missione in un mondo allo sbando...
Originale coabitazione tra due scrittori molto diversi tra loro, Brivido nero è il sintomo di una scena letteraria molto vitale, quella del noir/mystery/thriller, insomma del giallo, definizioni cervellotiche a parte. Non importa se ambientato durante le Guerre Puniche o in una remota Isla sudamericana, non importa se i protagonisti sono agenti segreti amareggiati che analizzano il post 11 settembre o sagaci ufficiali romani: ciò che importa è che l'amore per il mistero germogli ancora così potentemente nelle teste e nei cuori degli scrittori italiani.

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER