C’è un re pazzo in Danimarca

C’è un re pazzo in Danimarca
Siamo nella metà del diciottesimo secolo. Cristiano VII cresce con continui “attacchi” che limitano la sua lucidità mentale e riducono la voglia di vivere a pochi giorni al mese. Alla morte del padre Federico V, appena diciassettenne, si ritrova sul difficile trono di Danimarca e Norvegia, in un palazzo reale gelido e pieno di intrighi, popolato da una matrigna ostile, un fratellastro impotente e pochissimi amici. Il cerimoniale di corte gli impone per evidenti strategie politiche una moglie inglese graziosa e amabile, discendente della dinastia degli Hannover, moglie con cui condivide brevi ma intensi momenti d’amore. La malattia mentale purtroppo però  lo accompagna senza tregua, tanto che il suo scettro - così come l’amore della sua amata Carolina Matilde - scivolerà lentamente nelle mani dell’archiatra di corte e Primo ministro Struensee…
Dario Fo amalgama perfettamente finzione e realtà, creando un romanzo storico godibile, che non vuole mai assurgere a saggio accademico. La veridicità o l’autenticità delle fonti (documenti, lettere, carte ritrovate) non è qui ciò che interessa al lettore, che piuttosto con piacere genuino riscopre la figura pittoresca e affascinante di un sovrano poco citato dai libri di storia (l’idea di dedicargli un romanzo, come si ricorda anche nel libro, è del figlio di Dario, Jacopo Fo). Il linguaggio poco “regale” e a tratti anacronistico dei personaggi è una scelta “registica” azzeccata, un coup de théâtre che rende la vicenda narrata di palpitante attualità. La pazzia che travolge Cristiano VII tra l’altro ha anche una coloritura politica, perché incise un segno indelebile nella storia del piccolo Paese scandinavo, che proprio in quegli anni fu interessato da significative riorganizzazioni della società rurale e anche marittima. Belle le illustrazioni dello stesso Fo disseminate per tutto il romanzo.

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER