Che fine ha fatto Osama Bin Laden?

Che fine ha fatto Osama Bin Laden?
Praticamente da sempre, i mass-media creano e diffondono paure. I russi, gli UFO, l'influenza aviaria, internet, il mascarpone: l'elenco potrebbe andare avanti per ore. Dopo l'11 settembre 2001, l'incarnazione di tutte le paure del mondo occidentale è diventata Osama Bin Laden, rampollo di una ricca famiglia saudita e leader terroristico. Improvvisamente, negli Usa (e non solo) tutto ha iniziato a ruotare attorno al terrorismo: allerta per "imminenti attacchi", guerre, campagne elettorali. Eppure si stima che un cittadino americano abbia le stesse possibilità di morire vittima di un attentato di quante ne ha di morire sbranato dai cani (circa 1 su 9.000.000). Dal 1995 al 2005 sono morti per atti di terrorismo 3200 civili americani. Nello stesso periodo, solo per fare qualche esempio, si sono avuti 150.000 decessi per caduta dalle scale, 40.000 per annegamento, 4000 persone uccise da poliziotti. Nel 2006, Morgan Spurlock, stanco di tutto questo can can su Bin Laden, decide di andare a cercare il capo di Al-Qaeda. Da solo. Per capire chi è, cosa vuole, perché odia tanto gli Usa, perché è considerato un mito da milioni di persone. C'è un solo problema: la sua ragazza Alex è incinta, e non è esattamente d'accordo sul viaggio di Morgan. Ma la sete di conoscenza è un richiamo irresistibile, e dopo qualche corso di sopravvivenza Spurlock parte: destinazione Inghilterra, con tappe poi in Francia, Marocco, Egitto, Giordania, Palestina, Israele, Arabia Saudita, Afghanistan, Pakistan. Non avete visto in tv nessuna intervista a Bin Laden né sentito che Spurlock si sia aggiudicato la taglia di 25 milioni di dollari che pende sulla testa del leader di Al-Qaeda, quindi è abbastanza evidente come la caccia si sia conclusa...
Invece di spappolarsi il fegato nutrendosi solo da MacDonald's come nel suo primo film/libro SuperSize Me, stavolta il comico-reporter Morgan Spurlock si trasforma in segugio e si getta sulle tracce dell'uomo più ricercato al mondo (almeno ufficialmente), incontrando - tra una battuta e l'altra - studiosi, soldati, gente comune che gli forniscono il loro punto di vista sul cosiddetto 'scontro di civiltà' in corso in questa fase storica. L'effetto è quello di un incrocio tra Michael Moore, Beavis and Butthead, gli inviati di Michele Santoro e South Park. Uscito in tandem con un documentario di grande impatto, Che fine ha fatto Osama Bin Laden? più che un saggio su Al-Qaeda (organizzazione della quale, paradossalmente, nel libro non si parla poi tanto) è una guida "Islam for dummies" che per quanto gustosissima certo non rivela realtà sorprendenti, se non forse per il pubblico americano, notoriamente mostruosamente ignorante in geopolitica.

 

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER