Cinque

Cinque
Salisburgo. Un’autentica perla la città di origine di Wolfgang Amadeus Mozart, dove non accade molto nelle sonnacchiose e fredde giornate invernali. La poliziotta austriaca Beatrice Kaspary e il collega Florin Wenninger, entrambi appartenenti alla Polizia Criminale, sezione Crimini contro la persona, formano una coppia di lavoro molto affiatata ed efficiente anche se mai messa veramente alla prova da casi difficili. Una grave minaccia però si profila all’orizzonte. Poco fuori città infatti, su di un verde pascolo, viene ritrovato il cadavere di una donna, Nora Papenberg, una pubblicitaria di successo senza apparenti ombre nella vita. La donna sembra essere caduta da una sporgenza, le mani legate e senza scarpe: sulle piante dei piedi una serie di numeri tatuati. Vinte le perplessità iniziali, la coppia scopre che si tratta di coordinate GPS che portano all’interno di un bosco. Qui Beatrice e Florin capiscono di avere preso parte loro malgrado a una macabra caccia al tesoro, poiché qui viene rinvenuta una scatola con all’interno una mano mozzata avvolta in una pellicola trasparente e un biglietto con ulteriori coordinate e un indovinello da risolvere. Tutto porta all’identificazione di un potenziale testimone che però viene anch’egli massacrato. Le vittime si susseguono e gli inquirenti brancolano nel buio. È il serial killer a scegliere le vittime o sono proprio i due poliziotti, attraverso le loro indagini, paradossalmente, a individuare dei potenziali bersagli?...
Dall’Austria un ottimo krimi a firma della scrittrice Ursula Poznanski, che ha colpito critica e pubblico con il suo ottimo young adult fantasy d’esordio Erebos. Il perno centrale di questo originalissimo romanzo è il tanto in voga geocaching, ossia quella particolare caccia al tesoro che viene praticata in tutto il mondo anche da famiglie con pargoli al seguito all’aria aperta e a contatto con la natura utilizzando coordinate GPS. Nel libro questa sorta di sport viene spiegato in maniera molto dettagliata. Se proverete a inserire tutte le coordinate citate nel romanzo in Google Maps inoltre potrete osservare tutti i luoghi descritti nella vicenda, per il massimo del realismo. Il romanzo poi utilizza un grado di violenza parecchio controllato e mai comunque stucchevole, alla stessa maniera dei vari CSI e cloni vari che vediamo quotidianamente in televisione. La tematica principale dell’intera vicenda è quindi la caccia all’uomo e la ricerca psicologica che ne deriva sia nei poliziotti sia nel killer, quest’ultimo fino alla fine fedelissimo a una sua tragica ma rigorosa coerenza. I personaggi sono perciò tratteggiati in maniera magistrale e già da queste pagine si intuisce un feeling particolare tra i due poliziotti che probabilmente si concretizzerà in qualcosa di serio nel secondo romanzo della serie, appena uscito in Germania. L’intreccio è infine ben strutturato: fino all’ultimo non è chiaro chi si cela dietro la figura del misterioso killer, e questa per libri del genere è una qualità essenziale. 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER