Colla

Colla
Autore: 
Genere: 
Editore: 
Articolo di: 

Negli anni Settanta a Edimburgo viene avviato un importante progetto urbanistico di vero e proprio restyling. Viene costruita una grande corea, che è servita a strappare gente al degrado dei ghetti. Si tratta di un quartiere popolare moderno, le case hanno finestre ampie e luminose. Niente più viuzze strette e tutte uguali in quella città intossicata dalla fuliggine e dalla sporcizia, non a caso definita la “Vecchia Puzzona”. È nella corea che tutto ha inizio, è là che quattro ragazzini stringono un legame che va oltre ogni immaginazione, un legame che rimane saldo nonostante le strade che la vita può prendere. Sono Terry Lawson, Billy Birrell, Andrew Galloway e Carl Ewart. Giovani, compagni di scuola, vicini di casa, figli della periferia di Edimburgo, uniti dalle stesse passioni e dalla stessa avversione per le regole, i quattro si fanno largo nella società sgomitando. Ognuno fa il suo percorso individuale, indipendente, senza smarrire il filo che lo lega al suo gruppo che è più che una famiglia. Lawson a soli diciassette anni lascia la scuola e comincia a lavorare, occupandosi della distribuzione di bevande gasate (e diventa ben presto "Gas" Terry); Billy fa strada nel mondo del pugilato ed è noto come "Business" Birrell; Andrew detto "Gally" finisce dentro dopo una rissa da stadio in cui un uomo è stato ferit gravemente con una sua lama; Carl Ewart sfonda come dj, con quella musica che suo padre definisce "thatcheriana" e che proprio non riesce ad apprezzare, il suo nome d'arte è N-SIGN. Ma questo è solo l'inizio della storia...

Forse l’opera più vasta e ambiziosa di Irvine Welsh per l’architettura complessa su cui è stata edificata, Colla è un classico romanzo corale in cui si alternano punti di vista differenti, in cui quindi si fanno intervenire di volta in volta i diversi protagonisti. Welsh va sul sicuro e usa questa tecnica nella quale è maestro, e porta fino all’estremo l’assunto alla base di tutti i suoi capolavori: dare in pasto ai lettori non tanto delle storie, quanto dei personaggi. Qui il gioco è reso ancor più difficile dal fatto che le vicende narrate attraversino quattro decenni, dagli anni Settanta ai Duemila. I personaggi centrali del romanzo sono volti noti, o comunque sono presenti in altre importanti opere dell’autore di Edimburgo: Gas Terry sarà uno degli attori maschili del film a luci rosse ideato da Sick Boy in Porno, Business Birrell compare sempre nel sequel di Trainspotting anche se in secondo piano rispetto al fratello Rab, e anche il dj N-SIGN si trova nelle pagine iniziali dello stesso romanzo. Qui ovviamente sono stelle di prima grandezza, mentre altri famosi personaggi di Welsh (il famigerato quartetto formato da Mark Renton, Sick Boy, Begbie e Spud) fanno poco più che delle comparsate. Il tema ovviamente non può che essere quello dell’amicizia, dell’inscindibilità dei legami nati in gioventù e cementati con esperienze negative e positive in cui ci si è trovati accanto, fino al punto che a una certa età ci si ritrova a essere un piccolo microcosmo intimamente connesso e autoregolato da meccanismi interni. È proprio questo il senso della colla, quello di unire i pezzi e provare a farli stare assieme nonostante gli urti che vengono dall’esterno, la colla aiuta a rimanere attaccati nel distacco. Il sesso, la droga, la violenza, la galera, il calcio come valvola di sfogo: questo è lo sfondo su cui si innesta la trama ordita da Welsh, in questo grande libro che lo rende insieme ad altre sue opere il maggiore interprete contemporaneo della letteratura anglosassone, un autore assolutamente “rappresentativo della Gran Bretagna di oggi” per dirla con Hanif Kureishi.



 

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER