Colpi d'ala

Colpi d'ala
L’equilibrio familiare di un padre e una figlia scombussolato dall’arrivo di un cane e l’esperienza, dai risvolti grotteschi, dell’affido del cucciolo condiviso con gli ex proprietari; l’inadeguatezza di una donna davanti alla nascita del primo figlio, l’ingaggio di una ragazza au pair, proveniente dal Sud dell’India, dalle eccellenti capacità di puericultrice, il sollievo della neo-madre occidentale che muta gradualmente in una complessa insofferenza; l’abbandono della vecchia casa e l’acquisto di un attico quali occasioni per intravedere la possibilità di un amore più saldo e maturo; l’osservazione furtiva di una realtà distante anni luce dalla propria – le riunioni di una setta religiosa – e gli effetti di tale scoperta su un giovane appuntato dei carabinieri; il giovedì mattina di un’agiata signora cleptomane e il confronto con la polizia di un un paese straniero come processo di espiazione necessario al raggiungimento di un’agognata catarsi...

La terza prova letteraria di Lisa Ginzburg è dominata dal senso dell’attesa: ciascun racconto ci appare come una fotografia in movimento prima del fermo immagine, del colpo d’ala appunto, quel momento perfetto in cui tutte le irrisolutezze sembrano ricomporsi in qualcosa di diverso, se non migliore. La prosa lieve e intensa al contempo, la scrittura fluida, felicemente incline ai chiaroscuri, armonizzano con l’intenzione narrativa dell’autrice, lasciando nel lettore un senso di pacata fiducia verso l’imprevedibilità in agguato dietro ogni esperienza di vita.

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER