Compagni

Compagni
Il comunismo. Utopia assoluta che si è tradotta, in terra, più che altro in orrore ed oppressione. Forse il più grande fallimento della storia dell’uomo. Del resto, c’è chi continua a dire: “La teoria marxista è perfetta, niente da dire, ma proprio perché perfetta è irrealizzabile: se l'uomo stesso è imperfetto, come può dar luogo a qualcosa di perfetto?”. Circa vent’anni fa crollava uno storico muro, eretto nel cuore dell'Europa. “Con quel muro collassa l'impero sovietico, e il comunismo si trasforma in reliquia. Una reliquia ingombrante, che ha influenzato il corso della storia” afferma lo storico Robert Service. Eppure l’utopia comunista esercita ancora molto fascino in ogni angolo del mondo, continua ad essere sperimentata, e, in cento anni, ha attirato l’interesse di gruppi sociali differenti prestandosi ad un’infinita varietà di interpretazioni, da parte di marxisti, anarchici, cristiani e utopisti e delle varie correnti novecentesche, dai trotzkisti, ai leninisti, ai libertari, proprio perché le sue intenzioni originarie sono, di per sé, “buone”, dando assoluta centralità agli interessi del popolo…
Eccola, la storia globale e “definitiva” del comunismo nel XX secolo raccontata da Robert Service, professore di storia russa alla Oxford University e coordinatore di un centro di studi russi ed eurasiatici, uno dei pochi storici occidentali che hanno avuto accesso agli archivi sovietici dopo il collasso dell’URSS. In quasi 700 pagine, l’autore offre un quadro esaustivo sulla bellezza degli ideali comunisti e l’orrore dei loro risultati concreti: nascita, ascesa e scomparsa di un’ideologia, quindi. La storia mondiale del comunismo è tutta compressa in queste pagine ed articolata in sei capitoli, da Marx a oggi, passando per la Russia bolscevica, l’Internazionale degli anni Venti e Trenta, la guerra fredda, il blocco sovietico, la rivoluzione cinese, la Cuba di Castro, il Cile di Allende, la Cambogia di Pol Pot, l’Urss di Gorbaciov, per arrivare alla Cina contemporanea che continua a dichiararsi comunista pur alimentando un diffuso capitalismo d' assalto. Service non può altro che mostrarsi estremamente severo sulle traduzioni concrete di questa ideologia, poiché sono tutte legate da un filo rosso di sangue: pretese imperialistiche, eliminazione dei partiti politici rivali, eliminazione fisica dei dissidenti, attacco violento alla religione, alla cultura ed alla società civile, terribili sistemi di polizia segreta, abolizione dell’autonomia della stampa e della magistratura, soppressione di ogni rivendicazione nazionale di indipendenza e, soprattutto, controllo soffocante di ogni aspetto della vita sociale dei cittadini, dispotismo come elemento costante, teoria e pratica contro ogni libertà individuale. Un libro – non un’enciclopedia come precisa lo stesso autore, dato che non sono citati tutti gli esperimenti di matrice comunista, ma si è operata una selezione dei più importanti, accompagnati da giudizi e commenti – sicuramente molto impegnativo per il lettore, più che altro da comprare e conservare in biblioteca per consultazioni periodiche. A fronte anche dell’accessibilità economica - non poca cosa in tempi come questi – una risorsa preziosa per gli studiosi e per chiunque desideri ripercorrere completamente l’esperienza globale del comunismo del XX secolo.

 

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER