Comunicare (bene) in rete

Comunicare (bene) in rete

L’essenza dell’essere umano è comunicare. Lo facciamo da sempre. E ne sentiamo l’esigenza per farci comprendere dai nostri simili. Se comunicare resta parte dell’essenza dell’umanità, a cambiare sono mezzi, tempi, luoghi. E per luogo oggi si intende il web, un luogo virtuale in cui la comunicazione ha assunto forme nuove, condita da parametri specifici. Chi vuole continuare a comunicare nella nostra epoca deve adattarsi al cambiamento, conoscendo tutti gli strumenti necessari per farsi comprendere dagli altri, senza che le sue parole, in un misto tra testi, immagini, video, si perdano nell’etere in mezzo alla quantità incommensurabile di stimoli informativi. Dalla scelta del linguaggio, alla struttura dell’articolo, dalle immagini, in innumerevoli formati, ai video, senza dimenticare CMS e Blog. Tutto questo diventa efficace e funzionale alla comunicazione soltanto se condito dalla strategia giusta, adeguatamente calibrata con le azioni off line. Dulcis in fundo: le nuove professioni, quelle del web, dotate di competenze tra il tecnico e il creativo. Un mondo denso di contenuto, ancora in divenire…

Sotto il termine “comunicazione” oggi c’è tutto e niente. Nonostante la comunicazione sia alla base del nostro essere uomini, possiamo affermare con discreta certezza che nella nostra epoca non tutti siamo in grado di comunicare. O perlomeno non siamo in grado di farlo bene. Luca Garosi, giornalista, formatore e docente universitario, ci regala un manuale utilissimo ed estremamente attuale, nonostante il web, la nuova piazza della comunicazione, sia in continua evoluzione e non ci consenta quasi mai di stare al passo. Come sempre i Webook della Dario Flaccovio Editore si confermano delle opere di estrema utilità, e non solo per gli addetti al settore. Comunicare (bene) in rete è una guida pratica e ricca di risorse, che non si perde in inutili dissertazioni “filosofiche” per andare al punto della questione: la buona comunicazione. Luca Garosi fornisce degli spunti e delle indicazioni utili anche a chi ha iniziato da poco a comunicare in rete, dalle nozioni base sulle immagini, alla struttura di un articolo ben fatto, che si faccia leggere e che trasmetta la notizia. Fino ad arrivare all’aspetto centrale della comunicazione: la strategia. Conoscere quelli che ormai i più chiamano “tool” non basta per diventare buoni comunicatori. È necessaria proprio la strategia, un piano che identifichi obiettivi e procedure per raggiungerli. Scontato? Sembra di no.



0

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER