Correndo attraverso Pechino

Correndo attraverso Pechino
Dunhuang è appena uscito di prigione dopo aver scontato una pena per aver trafficato con documenti falsi. Il suo complice e amico Bao Ding invece è ancora dentro e ne avrà per un bel po’: in un certo senso Boa Ding l’ha salvato, dato che si è addossato tutta la colpa davanti alla polizia. Dunhuang non sa dove andare, a Pechino non ha nessuno, ma ha una missione: trovare una ragazza per conto di Boa Ding, una certa Qibao, che lui però ha solo intravisto di spalle. Durante la sua prima notte in libertà, incurante della tempesta di sabbia e della sensazione di solitudine e abbandono (alla fine, quella è Pechino! E lui sa bene che “se non aveva un tetto c’erano sempre i ponti, se non aveva da mangiare poteva pur sempre mendicarne un po’, chiedere l’elemosina non era illegale.”),  il nostro conosce Xia Xiaorong, una ragazza sola come lui, anche lei nell’ambiente delle falsificazioni, questa volta però di dvd. Inutile dire che Dunhuang inizia a aiutarla vendendo dvd falsi, mentre cerca di sopravvivere in una metropoli completamente indifferente e votata al denaro...
Dunhuang è un eroe senza fortuna e come tanti eroi sfortunati ci è immediatamente simpatico: viene beccato mentre distribuisce documenti falsi e non contento si rimette in un altro business illegale. E non a caso il primo grosso ordine che riceve è del dvd “Lola corre”: Dunhuang come Lola corre attraverso Pechino durante tutta la durata del romanzo, imbattendosi in altri giovani che come lui hanno imparato ad arrangiarsi e che condividono si suoi stessi piccoli sogni: qualche soldo in più, una casa che non sia una catapecchia e magari chissà, una famiglia. Dunhuang vive ai margini della legge ma ha principi che lo mandano avanti: vuole risparmiare per far uscire di prigione il suo amico, ha bisogno di amore, e troverà senza volerlo molti antieroi che lottano per non rimanere soli. Xu Zechen fa trasparire attraverso le corse del suo protagonista tutta la sua passione per Pechino, ma ne denuncia anche la spietatezza verso i meno abbienti, per i quali non sempre è possibile trovare una scappatoia. Un romanzo ironico, delicato ma non superficiale, non a caso Xu Zechen ha vinto numerosi premi ed è stato selezionato da People’s literature tra i venti giovani scrittori cinesi del futuro. Da tenere d’occhio.

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER