Correva l’anno del nostro amore

Olivia e Valerio, due amici per la pelle e molto di più: il primo bacio se lo sono dati a cinque anni, quando correva il tempo delle Brigate rosse e degli anni di piombo; uniti dal destino e da un amore che si lascia appena sfiorare dalla storia, divisi dai mondi ai quali appartengono. Valerio è il figlio della cameriera e del giardiniere dei Morganti, facoltosa famiglia di costruttori bolognesi, Olivia è l’erede di quell’impero costruito quasi dal nulla all’indomani della seconda guerra mondiale dai nonni, Gianni e Manon. Agli occhi dei due bambini, quel gap sociale è privo di senso e poco importa nella loro quotidianità di giochi, avventure e complicità; ma così non è nel mondo degli adulti che li circonda. Invidie, gelosie e sentimenti di rivalsa alla fine hanno la meglio su quell’amicizia che si disinteressa di tutto fuorché di se stessa. Quando Valerio va a vivere a Roma con la madre ed il suo amante, l’idillio con Olivia si interrompe e dalle stanze ovattate di villa Morganti il ragazzo si ritrova a vivere in una borgata, intrecciando inconsapevolmente la sua storia con quella della banda della Magliana. La vita scorre nelle vene dei due adolescenti, apparentemente, ripulendo il loro sangue dai legami di un passato ormai sepolto e intanto, correva il tempo di tangentopoli e dei terremoti giudiziari. Valerio è ora un brillante liceale di una prestigiosa scuola romana; la storia torna a sfiorare la sua vita e quella di Olivia e lo fa fornendo l’occasione per un nuovo incontro: galeotto è l’invito al diciottesimo compleanno della ragazza...
Caterina Bonvicini, scrittrice e blogger bolognese pluripremiata e pluritradotta, è al suo sesto romanzo. La sua scrittura è intensa e coinvolgente, capace di ripercorrere a grandi passi, da brava narratrice, quasi quarant’anni di storia italiana, riletta attraverso le alterne vicende di due amanti: Olivia, donna contraddittoria, fragile e sfuggente, forte e libera allo stesso tempo; è in perenne ricerca, salvata dalla certezza di un amore e dalla solidità di un uomo che la lascia andare per poi attendere il suo ritorno. L’amore di Valerio, tenace e coraggioso, lascia trasparire i tratti di una penna femminile: giacché, forse, pochi sono gli uomini capaci di amare come lui, ma molte le donne che sognano un amore così.

 

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER