Coventry

Coventry
È una notte di luna piena, quella del 14 novembre 1940, e a Coventry come in tutte le città britanniche la gente attende con ansia l'arrivo del mattino. Dall'inizio di settembre, infatti, i tedeschi hanno dato il via ad una massiccia offensiva aerea contro l'Inghilterra. A Coventry di bombardamenti gli abitanti ne hanno contati diciassette, dalla metà d'agosto: questa città è per i nemici un bersaglio di primaria importanza a causa delle sue fabbriche automeccaniche e di armamenti. Proprio la quantità di posti di lavoro ha attirato in questa città Maeve e suo figlio Jeremy che si sono trasferiti qui all'inizio della guerra, quando sembrava improbabile che anche le città del nord fossero minacciate. Ora diventa sempre più difficile viaggiare e Maeve ha intenzione di rimanere fino alla fine della guerra in questa città che ha visitato una volta, ai tempi del precedente conflitto mondiale. Allora aveva conosciuto Harriet, che quel giorno tornava dalla stazione dove aveva accompagnato suo marito Owen, arruolato e in partenza per l'Europa. Nella giornata del 14 novembre 1940, Harriet si trova a sostituire il suo vicino di casa nel suo lavoro volontario di guardia antincendio sul tetto della cattedrale. Lì conosce Jeremy, il figlio di Maeve, anche lui volontario, e insieme assistono alla cascata di bombe incendiarie che devastano il tetto del presbiterio e poi cadono sulle case intorno. E le bombe incendiarie sono solo il preludio dell'orrore che sta per devastare la città. Ad esse seguono quelle esplosive e, nel frastuono dei bombardieri, Harriet e Jeremy decidono di recarsi insieme a casa di lui, dove sua madre lo aspetta preoccupata...
L'ultimo romanzo di Helen Humphreys è stato al vertice della classifica canadese di vendite per più di un anno dal dicembre 2008, anno della sua uscita in Canada, al febbraio 2009. E ha ricevuto numerosi premi e riconoscimenti. Come la sua autrice, vincitrice quest'anno dell'Harbourfront Festival Prize, e i suoi libri precedenti, da quelli di poesie ai romanzi, tutti pluripremiati. Definito dal giornale The Gazette di Montreal “un lavoro scolpito benissimo e frutto di meticolose ricerche”, Coventry è un romanzo storico perché racconta le 12 ore di bombardamenti incessanti che durante la Seconda guerra mondiale hanno distrutto questa città britannica, ma è anche un romanzo poetico perché riesce a tradurre questo racconto dell'orrore in arte letteraria. Riferisce le brutture della guerra attraverso l'esperienza concreta delle persone che in quelle ore vivono, provano sentimenti, condividono questa orribile esperienza, si scambiano gesti di solidarietà. Fissando per sempre lì i propri ricordi. Non abbiamo bisogno di leggere in quarta di copertina che la raccolta di poesie Anthem “è stata selezionata dal Pat Lowther Award come miglior libro di poesia e ha vinto nel 2000 il Canadian Authors Association Award for Poetry” per capire che la Humphreys è una grande poetessa.

 

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER