Destini incrociati

Destini incrociati
Traduzione di: 
Editore: 
Articolo di: 

Wilmington, colonia della North Carolina, un pomeriggio del 1776. William incontra Bree. O meglio, tutti i MacKenzie. Quella donna è alta quasi quanto lui. Certo, è singolare, l’intensità del suo sguardo l’ha sorpreso e la loro somiglianza avrebbe potuto ulteriormente turbarlo, ma Brianna Fraser MacKenzie è la figlia di uno dei più vecchi amici di Lord John, Mr. James Fraser, e lui è il Tenente William Ransom, Conte di Ellesmere. La guerra incombe, le fantasie fluttuano nell’aria, la missione non deve sfuggire al suo controllo. Deve unirsi agli uomini del Generale Howe e prima attraversare i territori della North Carolina e della Virginia. Anche Brianna presto sarà lontana da Wilmington e, proprio pensandolo, a fine serata, John Grey si ferma, chiude gli occhi e rivive “l’episodio saliente di quel pomeriggio: il momento trascendentale e dolorosissimo in cui li aveva visti insieme, per quello che sarebbe stato il loro primo e unico incontro. Era riuscito a malapena a respirare, gli occhi fissi su quelle due figure alte, e su quei volti marcati e affascinanti tanto simili...”. Inverness-shire, Scozia,1980. Roger e Bree, Jem e Mandy, hanno attraversato i secoli, sono a Lallybroch. Eppure sempre vicini a Jamie e Claire: rinvenire una casetta delle loro lettere, non solo pagine di diario, con precisi messaggi e rivelazioni, ha azzerato d’un tratto ancora il tempo...

Secondo la doppia logica temporale della saga, il percorso attraverso le vicende più intime della storia dei personaggi è pressoché perfetto: originale e dinamico, in An Echo in the Bone (settimo volume originale della serie, dodicesimo in Italia) ricopre per di più un ruolo fondamentale. I temi che si trovano in discussione, come il viaggio nel tempo e i legami oltre il tempo, rinnovano le possibilità della trama e descrivono con tutta la sensibilità dell’opera – ma anche con tutta la sua pericolosità – la delicata questione del destino. Perché la forza degli eventi possa manifestarsi, è necessario che non si agisca, altrimenti questa potrebbe prendere un corso forse più rovinoso. Claire, certamente, sa cose che preferirebbe non sapere, e ora che Bree e Roger e la loro famiglia sono nel futuro i timori non l’abbandono mai. Il pensiero della guerra, allora, e della partecipazione di Jamie è ancora parte integrante e necessaria allo svolgimento di Outlander e ciò è ancora più vero se in questa guerra un padre e un figlio combattono su fronti opposti. È possibile che questa prima parte del volume (dodicesimo libro in Italia) risenta soprattutto delle avventure e delle inclinazioni del carattere proprio di William e semplicemente perché le persone che lega saranno sempre più centrali. Ancora tante disavventure in mare, curiosità (i Quaccheri delle Colonie!) e nuove prove di indipendenza per Bree in una inedita Lallybroch degli anni ‘80.



 

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER